Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Master Viaggi - Confindustria-Assotravel: il 'no' di Giannetti sull'ipotesi di acconto del 25 percento

Master Viaggi - Confindustria-Assotravel: il 'no' di Giannetti sull'ipotesi di acconto del 25 percento

14 Gennaio 2010
«Nel pomeriggio di oggi ci incontreremo con Astoi per discutere di vari temi, in particolare quello della necessità di reale sinergia e di partnership tra agenzie di viaggio e tour operator. Per la nostra associazione questo resta il nodo essenziale che risulta esaltato dalla debolezza dimostrata dal settore del tour operation che, soltanto in parte inaspettatamente, quest'anno ha dimostrato di soffrire fortemente la crisi economica in atto».
È quanto dichiara Andrea Giannetti, presidente di Confindustria Assotravel, in relazione alle richieste di acconto del 25% pervenute da alcuni tour operator alla rete agenziale italiana.

«Agenzie di viaggio e tour operator - prosegue Giannetti - devono necessariamente tornare ad essere un "sistema" per orientarsi ad un mercato sempre più complesso e variegato e per poter riconquistare fette di mercato o acquisirne nuove. Da parte delle agenzie è quindi necessario offrire ai tour operator valore aggiunto mentre questi ultimi, oltre che un corretto rapporto qualità-prezzo, devono scegliere con chi lavorare e fare quello che hanno fatto sin qui solo episodicamente: selezionare la propria rete di vendita».
«Per questo motivo - conclude il presidente Assotravel - un'ipotesi di 25% di acconto come regola generale è da noi del tutto esclusa poiché non è questo un criterio per garantirsi, risolvere i problemi in corso e rispondere adeguatamente alle sfide del nuovo mercato dei viaggi e vacanze. Occorre differenziare le condizioni e le commissioni in rapporto al valore reale delle imprese poiché ognuna è diversa dall'altra».