Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'Eco di Bergamo - Costi in più sui biglietti Codacons: class action

L'Eco di Bergamo - Costi in più sui biglietti Codacons: class action

14 Agosto 2012
Dopo lo stop ai voli Wind Jet, in tutta Italia caos negli aeroporti e furia dei passeggeri, moltissimi gli stranieri, rimasti a terra mentre sale l'ira delle associazioni dei consumatori sull'applicazione delle tariffe per la riprotezione. Intanto si tenta di ricucire lo strappo tra Alitalia e il vettore siciliano. Il ministro Corrado Passera ha infatti convocato per domani un tavolo con compagnie, enti locali e Enac per cercare di tutelare innanzitutto i 300 mila viaggiatori coinvolti da qui a ottobre e i circa 800 lavoratori toccati direttamente o indirettamente. Il piano di riprotezione, che prevede scali aerei aperti di notte e aerei messi a disposizione da Alitalia e dalle altre compagnie italiane (Blue Panorama, Neos, Livingston, Meridiana) protegge nell'immediato i passeggeri, ma per quanti hanno acquistato biglietti fino a ottobre e per i lavoratori occorre dare risposte più chiare. Intanto Alitalia ha allestito 8 voli speciali che hanno coperto 750 passeggeri e annuncia di aver soccorso, in totale, quasi 3.000 passeggeri. Inoltre effettuerà 20 voli speciali al giorno sulla Sicilia in orari notturni. Attiva anche Blue Panorama con un piano tariffario ad hoc. E proprio sulle tariffe applicate è scattata l'ira delle associazioni dei consumatori che identificano un reato di truffa. L'Enac, dal canto suo, ha assicurato il massimo rigore ricordando che i passeggeri Wind Jet costretti ad acquistare nuovi biglietti di altre compagnie per raggiungere le destinazioni, «hanno diritto al rimborso del sovrapprezzo da parte della Wind Jet».

«Sui rimborsi l'Enac sarà rigorosa» afferma il presidente Vito Riggio che invita poi anche i gestori degli scali a fare la loro parte assistendo i passeggeri. Durissimo intanto il Codacons contro il supplemento da 80 fino a 120 euro chiesto ai passeggeri Wind Jet per la riprotezione sui voli di altre compagnie aeree: «La riprotezione deve avvenire in modo gratuito - afferma il presidente Carlo Rienzi - . E le compagnie potranno poi rivalersi su Wind Jet». Il Codacons sta inoltre studiando la possibilità di una class action: «L'unica strada percorribile», dice il presidente del Codacons, l'avvocato Carlo Rienzi, il quale annuncia che si rivolgerà alla Procura di Roma, contestando il reato di truffa ad alcune compagnie per il rincaro delle tariffe nell'attuare la riprotezione. L'associazione dei consumatori ha quantificato in 80-120 euro il supplemento; molto più caro il rientro agli italiani che sono all'estero. E anche Adusbef e Federconsumatori parlano di «riprotezione scandalosa». «In questo modo l'immagine dell'Italia all'estero subisce un danno irreparabile», lamenta Fortunato Giovannoni, presidente della Fiavet, la Federazione delle agenzie di viaggio aderente a Confcommercio, che aggiunge: «Bisogna far funzionare il Fondo di garanzia». Il neo presidente di Astoi Confindustria Viaggi, l'associazione che riunisce i tour operator, Nardo Filippetti, attacca invece il Dipartimento del Turismo, che accusa di «assoluta indifferenza».

Visualizza l'articolo: {phocadownload view=file|id=1592|target=s}