Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'Arena di Verona - Quando il turista rischia la vacanza

L'Arena di Verona - Quando il turista rischia la vacanza

10 Luglio 2013


Non sempre i turisti hanno vita facile. C è chi acquista un biglietto aereo e, nonostante la compagnia lo lasci a terra, non ottiene il rimborso come nel caso Windjet. E chi deve partire per un paese improvvisamente diventato politicamente instabile come l Egitto.

CASO WINDJET, SCONFITTA PER I CONSUMATORI

L´estate scorsa molti passeggeri della compagnia aerea Windjet non hanno potuto volare e, nonostante numerosi reclami, i biglietti non sono stati rimborsati perché il vettore aereo era insolvente. Ora per scongiurarne il fallimento il Tribunale di Catania ha provvisoriamente approvato il concordato di liquidazione della società. Ciò vuol dire che i consumatori - considerati creditori chirografari, cioè titolari di un credito senza alcun tipo di garanzia - potranno ottenere una liquidazione del 5 per cento del biglietto in cinque rate (l ultima nel 2018). Si tratta di un piano di liquidazione che sarà vagliato il prossimo 19 luglio dall assemblea dei creditori i quali potranno approvarlo o meno. Si può manifestare la propria volontà anche via mail tramite l´invio di un messaggio di posta elettronica certificata all´indirizzo concordato.windjet@pec.it. La mancata comunicazione equivale al voto favorevole con conseguente accettazione della liquidazione. Collegandosi al sito www.volawindjet.it è inoltre possibile reperire le informazioni per accertare la propria iscrizione nella lista dei creditori. La proposta Windjet lascia perplessi. Chi ha pagato, ad esempio, il viaggio 1.000 ¬ , nel caso il piano venisse accettato, potrà ottenere il rimborso di 50 ¬ , in cinque rate! Ma attenzione, se il concordato non venisse concluso, il fallimento della società difficilmente potrà garantire una soddisfazione del credito superiore al 5%. Pertanto il rischio concreto è che il consumatore rimanga senza tutela. E´ indubbio che il legislatore dovrebbe attivarsi, come richiesto più volte dalle Associazioni di consumatori, per la costituzione di un fondo che, in ipotesi come queste, rimborsi i passeggeri.

EGITTO, QUANDO È POSSIBILE ANNULLARE IL VIAGGIO

I turisti anche quest anno devono confrontarsi con il rischio di instabilità politica di alcuni paesi. In particolare l´Egitto, come la Tunisia e l Algeria, sono teatro di proteste anche violente. A chi avesse scelto tali terre come meta delle ferie conviene, prima della partenza, consultare il sito www.viaggiaresicuri.it. Sul web il Ministero Affari Esteri mette a disposizione informazioni di carattere generale sulla sicurezza dei turisti all estero. Se la Farnesina sconsiglia di recarsi in alcune località, meta prescelta di vacanza, il consumatore potrà avere buone possibilità per chiedere l annullamento del pacchetto turistico. Il cittadino interessato potrà quindi rivolgersi alle Associazioni di consumatori per farsi assistere ed eventualmente avviare una procedura di conciliazione grazie al protocollo sottoscritto con le rappresentanze degli operatori turistici, Astoi ed Assotravel.

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=2500|target=s}