Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'Agenzia di Viaggi sito web - Iata replica ad Astoi: «NDC arricchirà le adv»

L'Agenzia di Viaggi sito web - Iata replica ad Astoi: «NDC arricchirà le adv»

24 Giugno 2014


Botta e risposta tra
Andrea Mele, delegato Astoi per la Iata, e Yanek Hoyles, direttore del programma NDC all interno dell associazione delle compagnie aeree. Per Hoyles appare strano che ancora oggi ci sia un dibattito sulla New Distribution Capability basato sull emarginazione del canale agenziale e sul loro rischio estinzione.

«NDC non è un portale o un sistema, ma una norma tecnica per migliorare le capacità di comunicazione digitale tra compagnie aeree e agenzie di viaggi. Si basa sul linguaggio XML utilizzato su internet», spiega. Sul dubbio espresso da Mele sulle eventuali prerogative delle adv rispetto al consumer, Hoyles chiarisce: «NDC è uno standard tecnico che consente agli agenti tradizionali e alle olta di accedere allo stesso contenuto arricchito, che sarà reso disponibile sui siti web delle compagnie aeree. Attualmente gli agenti possono operare con tariffe di accesso e possono monitorare gli orari, mentre su un sito web della compagnia aerea, che utilizza XML, i viaggiatori possono avere accesso ad altre funzioni come la selezione del posto, o la possibilità di acquistare componenti aggiuntivi come l'ingresso alle lounge o gli acquisti a bordo. Si tratta di un evoluzione efficace e necessaria per implementare i plus di servizio del trasporto aereo».

Se questa è la prospettiva, lo stesso Mele si domanda quale valore aggiunto potrà offrire l agente di viaggi rispetto alla segretaria d azienda che viene incaricata di prenotare e acquistare viaggi. Hoyles insiste: «Mi spiace ripetermi, ma NDC è uno standard tecnico. Questo significa che non incide su eventuali pratiche commerciali esistenti o sul rapporto tra adv e clienti».

Ma quale sarà il ruolo dei gds e la loro funzione nell ottica di sviluppo dello standard NDC? Quale impatto operativo e soprattutto economico potrà avere NDC? Quali potranno essere i plus e i vantaggi per le agenzie di viaggi nello scegliere se lavorare con i Gds o con NDC? Come sarà affrontato il delicato snodo delle commissioni? Su questi punti Hoyles precisa: «NDC è basato sul linguaggio di programmazione XML piuttosto che sulla lingua pre-internet. È vero che i gds stanno sviluppando prodotti per sostenere la capacità di distribuire meglio il prodotto-servizio aereo, con maggiori contenuti per le adv. Tuttavia non si tratta di standard aperti e globali. La vera forza e innovazione di NDC è nel fatto che sarà a disposizione di tutti. Si tratta di uno sforzo collaborativo che coinvolge i vari partner in tutta la filiera, compresi sistemi globali di distribuzione, agenzie di viaggi e comunità tecnologiche che lavorano sul viaggio».

E aggiunge: «Stiamo già collaborando e scambiando idee attraverso gruppi di lavoro formali come la distribuzione dei dati Exchange Group  in cui vengono sviluppati gli schemi NDC  così come l Airline Agent Forum per la distribuzione, il Passenger Group Forum con funzioni consultive e l Airline Distribution Forum che attiene a vettori e adv. Tutti gruppi di lavoro che possono migliorare le modalità e le perfomance dello standard NDC». Hoyles chiude ripetendo ciò che aveva già dichiarato all assemblea generale Iata di Doha, ovvero che ogni innovazione richiede cambi di mentalità e correttivi: anche NDC è migliorabile, con l aiuto di tutti gli attori, agenzie di viaggi incluse. - di Andrea Lovelock