Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
L'Agenzia di Viaggi - Egitto, è iniziata la ripresa

L'Agenzia di Viaggi - Egitto, è iniziata la ripresa

09 Marzo 2011
Il Cairo

L Ente del Turismo egiziano ha organizzato  Egitto nel cuore , un viaggio per operatori e giornalisti ideato per fare il punto sulla situazione turistica del Paese e rassicurare gli addetti ai lavori sulla completa operatività di strutture e mete turistiche e sulla volontà del ministero del Turismo egiziano e del suo nuovo ministro di sostenere gli operatori che programmano l Egitto.

Ritorno alla normalità
Al tavolo della conferenza hanno fatto il punto Mounir Fakhry Abdel Nour, nuovo ministro del turismo egiziano; Hussein Massoud, ceo di Egyptair; Roberto Corbella, presidente Astoi, e Amr El Ezaby, direttore dell ente nazionale del Turismo egiziano.

«Non svaluteremo il prodotto»
«L Italia nel 2004 è stata la prima nazione a superare il milione di arrivi in Egitto e oggi è il nostro quarto mercato internazionale  ha esordito il ministro Abdel Nour  stiamo ancora studiando il piano di rilancio per il turismo, ma di certo non svaluteremo il nostro prodotto, già molto competitivo soprattutto sul Mar Rosso».

Un piano di incentivi per gli operatori
Il ministro ha poi confermato che il Paese sarà all ITB di Berlino e sta programmando una visita ufficiale a Roma. «A breve vaglieremo un piano di incentivi per gli operatori che investiranno sul recupero del nostro turismo».

«Siamo qui per vedere senza filtri  ha detto Roberto Corbella  e la situazione sta tornando alla normalità. Si respira l aria di una generale volontà della popolazione di vivere questo nuovo corso con entusiasmo e condivisione. Il turismo non può essere la risposta a tutto, ma può dare un aiuto considerevole».

Più voli Egyptair
«Dal 27 marzo, con l avvio dell orario estivo  ha annunciato il ceo di Egyptair Hussein Massoud  aumenteremo il nostro operativo con 10 nuove frequenze, per un totale di 33 la settimana tra Roma, Milano e Catania. E stiamo progettando un espansione su Taba e Marsa Matrouh».
«Il business turistico egiziano si deve per quasi l 80% a tour operator e voli charter  ha detto poi Amr El Ezaby  per questo vogliamo garantire agli operatori italiani che l Egitto è come sempre capace di offrire tutte le bellezze e le risorse culturali che possiede, e anzi ora offre anche qualcosa in più». E dopo la visita al Cairo del ministro degli esteri Franco Frattini, tutto lascia prevedere che lo sconsiglio della Farnesina verrà presto rimosso su Cairo, Alessandria e Suez, mentre e già ripresa la programmazione dei maggiori t.o. italiani verso il Mar Rosso. La sensazione comune degli operatori è che l Egitto, in particolare le zone archeologiche, potrà riprendere il suo normale ritmo incoming verso Pasqua.

Chi c era

Hanno partecipato al viaggio operatori e rappresentanti delle associazioni di categoria: Alberto Corti, direttore generale di Federviaggio; Giuseppe Boscoscuro, Desert in Style; Gianni Galli, Best Tours; Armando Buzzi, Seshat International; Monica Maria Rita Fedele, Aviomar; Silvia Russo, Sylvia Tours; Migirdic Donduyan, New Millennium; Luisa Casarin, Metamondo; Mohamed El Kattan, MISR Travel; Irene Mungai, Phone & Go; Quirino Falessi, Viaggi del Turchese; Fabrizio Capurro, Swan Tour; Wael Kadry, direttore Egyptair Italia.

Sharm el Sheikh

«Sono nato al Cairo e conosco la realtà dell Egitto: la rivoluzione covava da tempo, la gente era stanca della corruzione di polizia e istituzioni, vuole la legalità e questo farà bene anche al turismo  ha detto Georges Adly Zaki, presidente di Swan Tour  L Egitto è tranquillo, come il suo popolo. Qui 10 milioni di persone lavorano nel turismo e con gli italiani c è sempre stata una gran familiarità. E Sharm el Sheikh non è una città, ma una località balneare che prima non c era, dove la gente viene a lavorare ma ha famiglia altrove».

L occasione per constatare in prima persona la tranquillità e fruibi