Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
La Voce di Romagna - Windjet a caccia di un nuovo partner per poter rinascere Lavoratori in cigs: 'La soluzione è il commissariamento'

La Voce di Romagna - Windjet a caccia di un nuovo partner per poter rinascere Lavoratori in cigs: 'La soluzione è il commissariamento'

18 Agosto 2012

LA VERTENZA DEI CIELI

Il debito della compagni asembra aggirarsi intorno ai 150 milioni di euro e la prospettiva che preoccupa di più tutti è quella del fallmento.

Si lavora sodo per individuare valide soluzioni alternative


Senza aerei, riconsegnati alle società di leasing (tranne uno sequestrato dall'aeroporto di Catania a garanzia del credito), con la licenza sospesa e un debito che sembra aggirarsi intorno ai 150 milioni di euro, Windjet spera di trovare un partner che la faccia rinascere, dopo l'addio da parte di Alitalia. Nell'attesa, la compagnia low cost catanese ha comunicato ai 504 dipendenti l'avvio della cassa integrazione straordinaria (che nel trasporto aereo prevede quattro anni a cui se ne aggiungono tre di mobilità).

Il timore, espresso da più parti e ieri dal segretario nazionale della Filt Cgil Mauro Rossi , è il "rischio fallimento tra settembre e marzo per il 50% delle aziende dell'intero comparto del trasporto aereo italiano, fra compagnie, handlers, catering e gestori manutenzioni". Per i sindacati la soluzione per Windjet è il commissariamento, "utile per farla ripartire quanto prima" - ha detto il segretario nazionale della Uil Trasporti Marco Veneziani , intervenuto a Radio anch'io - "anche se siamo disposti a prendere in esame altre soluzioni". Per Rossi, invece, è "sconcertante" che Windjet "rifiuti il commissariamento e affermi di farcela da sola". Per ovviare in futuro alle disfunzioni, come nel caso del default di Windjet, consumatori e tour operator sollecitano un fondo di garanzia.

Per l'Adiconsum "può garantire i viaggiatori e può essere alimentato con il costo di mezza tazzina di caffé, vale a dire 50 centesimi", ha spiegato il segretario generale dell'associazione Pietro Giordano, secondo il quale "il meccanismo di garanzia attualmente in vigore non funziona".

Il fondo può aiutare anche i tour operator "che, nella vicenda Windjet, hanno perso tra i 150 e i 200.000 euro", ha riferito il presidente dell'Astoi Nardo Filippetti. Dopo meno di 48 ore dal fermo degli aerei Windjet, "la situazione è tornata alla normalità", ha affermato il presidente dell'Enac Vito Riggio.

Visualizza l'articolo: {phocadownload view=file|id=1597|target=s}