Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
La Stampa (ed. Aosta) - Addio al Grande Esodo. Gli italiani 'spalmano' le vacanze

La Stampa (ed. Aosta) - Addio al Grande Esodo. Gli italiani 'spalmano' le vacanze

12 Agosto 2011

C'era una volta il Grande Esodo. Con la stagione estiva l'Italia si fermava, le grandi fabbriche chiudevano, le città si svuotavano e si saliva tutti in macchina per le agognate vacanze. Una tradizione che va cambiando, così come cambia il paese. Secondo gli osservatori, il 2011 sembra portare alla ribalta nuove tendenze e nuovi stili di vita. La vecchia abitudine del «tutto chiuso per ferie» sta per essere superata, con sempre più italiani che scoprono i vantaggi delle vacanze al di fuori dei picchi dell'altissima stagione.

«Possiamo sin da ora identificare alcune dinamiche, tra cui quella delle prenotazioni sotto data e di una maggiore distribuzione delle vacanze durante il periodo estivo. Meno ferragosto ma crescita per fine agosto e per settembre» ha rilevato nei giorni scorsi Roberto Corbella, presidente dell'Astoi, l'Associazione della Confindustria dei Tour Operator. La durata media dei soggiorni, più breve del passato, si attesta intorno ai 12 giorni, informa l'Associazione. Le incertezze economiche e la oggettiva difficoltà a far quadrare il bilancio di molte famiglie, hanno indotto molti italiani a ricercare un rapporto qualità-prezzo ancora più vincente e anche a spalmare la vacanza su più periodi, di alta-media stagione, con una diminuita concentrazione nei periodi di altissima. In questo modo, i vacanzieri sono riusciti a cogliere prezzi più vantaggiosi, abbinati a una migliore fruibilità delle località turistiche.

Il 2011 potrebbe dunque andare in archivio come l'anno in cui è tramontato l'esodo estivo caratterizzato dalle chilometriche code su strade e autostrade. Il dato che emerge dal secondo fine settimana indicato dagli esperti con il «bollino nero», vale a dire «situazione critica» sulle strade e le autostrade, è chiaro e conferma quanto si era già intuito la settimana precedente: il tanto paventato esodo non esiste più.

«Quest'anno a causa della crisi - dice l'Osservatorio di Milano - gli italiani faranno in media 8-9 giorni in meno di vacanza e spenderanno circa 200 euro a persona in meno. Ma è anche vero che hanno messo in atto le vacanze intelligenti, spalmando le partenze sulle 24 ore dal 29 luglio ad oggi». In ogni caso nell'ultimo fine settimana i veicoli in circolazione sulla rete stradale italiana sono stati pur sempre 15 milioni e non sono mancate le code e i rallentamenti, soprattutto nelle direttrici sempre affollate come quelle tra Bologna e la riviera romagnola o la A4 tra la Slovenia e la Croazia.

Traffico intenso anche al Traforo del Monte Bianco, in entrata e in uscita. Il tunnel che collega Italia e Francia, come anche le società autostradali, ha predisposto un documento di previsione che assegna a ogni giornata un colore a seconda dell'intensità del traffico atteso. Tuttavia, di fronte ai nuovi e più imprevedibili scenari di traffico che stanno caratterizzando la circolazione, il Traforo del Monte Bianco offre agli automobilisti un servizio di Web cam, consultabile sul sito Internet http://www.tunnelmb.net che aggiorna in tempo reale sulle condizioni del traffico all'ingresso del tunnel sia dal lato italiano sia da quello francese. Il traforo del Monte Bianco che unisce Italia e Francia è preparato per gestire le giornate da bollino nero.

Visualizza l'articolo: {phocadownload view=file|id=841|target=s}