Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
La Puglia lavora a nuovi prodotti turistici

La Puglia lavora a nuovi prodotti turistici

15 Maggio 2017

Il piano strategico Puglia365 prevede un investimento di 36 milioni in tre anni. Per il 2017 è di 12 milioni. Un investimento che andrà verso una riqualificazione dell'offerta

"La Puglia é la prima regione dove vanno gli italiani in vacanza d'estate per soggiorni lunghi seguita da Emilia Romagna e Trentino, secondo uno studio Istat. La crescita del turismo internazionale nel 2016 vede un +16,2 di arrivi e un +11,7 di presenze straniere. Il tasso di internazionalizzazione é al 23% contro il 50% per l'Italia", commenta Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale.

Dal canto suo la regione si candida per diventare "la nuova destinazione italiana nel mercato internazionale autentica e godibile tutto l'anno, ma non per un turismo di massa standardizzato", precisa Capone. Il tutto nel rispetto del piano strategico Puglia365 che prevede un investimento di 36 milioni in tre anni. Per il 2017 è di 12 milioni. Un investimento che andrà verso una riqualificazione dell'offerta, con un impegno pubblico e privato, che si esprimerà sul fronte degli info point, della segnaletica, mantenendo sempre, però, una "dimensione soft di un turismo slow. Vogliamo proporci in virtù di un turismo esperienziale, accogliendo i turisti come cittadini temporanei".

Tra i segmenti sviluppati quello dei borghi, l'entroterra, il turismo sportivo, in particolare il cicloturismo, la natura, con oltre 40 parchi tra oasi marine, parchi dell'entroterra anche con siti archeologici. Sul fronte dei mercati stranieri si distinguono l'Europa con Germania, Francia e Inghilterra, gli Stati Uniti e l'Est in crescita. Entro l’anno sono previste nuove rotte per Madrid, Siviglia, Liverpool, Londra, Norimberga, Preveza, Corfù, Monaco, Vienna, Lugano.

La regione sta costruendo nuovi prodotti turistici, incentrati su arte e cultura, sport e natura ed enogastronomia. Il Piano della Regione Puglia, una delle poche e prime in Italia a costruire un piano decennale per il turismo, è già finanziato per i primi tre anni con 36 milioni di euro. "La sua realizzazione ci consentirà di portare avanti una politica del turismo in Puglia di qui fino al 2025, in condivisione con gli operatori del settore, gli enti locali, le associazioni datoriali e sindacali, gli stakeholder del settore, il Mibact, gli opinion leader locali, le università, e con il coinvolgimento trasversale dei settori cultura, turismo, agricoltura, internazionalizzazione della Regione Puglia. Gli obiettivi sono la crescita della competitività della destinazione in Italia e all’estero, l’aumento dei flussi di turisti internazionali e la spinta all’allungamento della stagione turistica, grazie anche all’innovazione organizzativa e tecnologica. Fondamentale il miglioramento dell’offerta turistica, della accoglienza e dei collegamenti e trasporti interni, fattori di contesto determinanti, grazie anche a nuovi incentivi e ad una maggiore presenza online”. - Fonte: Guidaviaggi.it