Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
La conferma dell'Ibar Egitto e Maldive tornano negli scaffali delle agenzie italiane

La conferma dell'Ibar Egitto e Maldive tornano negli scaffali delle agenzie italiane

20 Giugno 2018
La conferma arriva dall’Ibar: l’Egitto è ritornato prepotentemente nel panorama delle destinazioni di viaggio degli italiani. Il rapporto in cui l’Italian Board Airlines Representatives analizza le transazioni effettuate dalle agenzie di viaggi italiane nel primo quadrimestre di quest’anno segnala infatti, per la destinazione un incremento di 19,6 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un dato quantomai attendibile, dal momento che il rapporto si basa sull’analisi di un database di circa 14,3 milioni di biglietti aerei, di cui circa 4,5 milioni per viaggi intercontinentali.

Le Maldive dominano la classifica asiatica

Ma il rapporto Ibar offre anche un altro interessante spunto di riflessione: la crescita sempre più vigorosa delle destinazioni asiatiche, Maldive su tutte. Le isole, infatti, sono in testa alla classifica del continente grazie all’incremento del 25% delle transazioni dovuto, secondo l’analisi Ibar, al progressivo spostamento dei flussi dai voli charter ai servizi di linea. 

Seguono l’Indonesia a più 20% e il Giappone a +16. In termini di volumi assoluti, inutile dirlo, primeggia la Cina: tra i biglietti acquistati in Italia per le direttitici asiatiche, uno su sei riguarda appunto questo Paese.

In ascesa il traffico intercontinentale

Complessivamente da gennaio ad aprile i passeggeri in transito negli aeroporti italiani sono aumentati complessivamente del 6,4%. In progressione anche i volumi del traffico intercontinentale, che pesa per circa un terzo del dato complessivo per il numero di biglietti ma vale oltre il 63% in termini di fatturato; la crescita registrata è pari al 2,4%. 

Concentrando l’analisi sull’Europa, il dato più rilevante è il costante incremento della quota di mercato presidiata dalle compagnie low cost. Il traffico aereo per il continente è aumentato di 6,4 punti percentuali, mentre quello per l’Italia è sostanzialmente stabile, a -0,8%. – Fonte: TTGItalia.com