Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Irlanda: Italia cresce, già raggiunto nel 2017 l'obiettivo 2020

Irlanda: Italia cresce, già raggiunto nel 2017 l'obiettivo 2020

06 Febbraio 2018
63.000 italiani sono stati nel paese lo scorso anno, l’Italia è sesta in Ue. Nel 2018 si conta di arrivare a 400.000

L’Italia continua ad amare l'Irlanda. Lo rivelano i numeri dello scorso anno e le previsioni per il 2018. “Saremmo stati soddisfatti anche con un assestamento e invece chiudiamo il 2017 con un + 5,5%, risultato che ci rende entusiasti” ha detto Niamh Kinsella, direttore di Tourism Ireland per l’Italia, all’annuale presentazione della strategia turistica. Sono stati 363.000 gli italiani nel paese lo scorso anno, l’Italia è sesta in Ue.

“Contiamo di raggiungere i 400.000 quest’anno, di fatto nel 2017 abbiamo già raggiunto il target che avevamo prefissato per il 2020, quindi potremmo raggiungere i 500.000 in due anni. Naturalmente è fondamentale il continuo contributo delle compagnie aeree, l’85% dei turistic che arrivano da noi lo fanno in aereo, i collegamenti ci garantiscono sul vostro mercato 20.000 posti alla settimana non solo nel periodo estivo” ha commentato Niall Gibbons, Ceo di Tourism Ireland

Il grosso del turismo si muove in autonomia ma l’impegno sul trade non viene meno da parte dell’Ente: “Abbiamo un ottimo rapporto con la industry in Italia, continua la nostra attività di formazione online e i fam trip e grazie agli operatori aggiungiamo ogni anno nuovi tour” ha chiarito Gibbons. Gli operatori italiani saranno anche quest’anno al worskhop Meitheal a Dublino il 17 e 18 aprile e il 19 al Meet the buyers a Belfast. Strategico in questa crescita è stato il ruolo delle compagnie aeree continua con l’aumento dei voli dall'Italia, in particolare dal Sud. “Si tratta di rotte già confermate anche per il 2018” ha detto Kinsella. Alle principali compagnie che collegano l’Italia con l’Irlanda si uniscono da quest’anno anche Volotea, Easyjet e Jet2.com. - a.g. - Fonte: Guidaviaggi.it