Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Invitalia, poker di incentivi per il turismo

Invitalia, poker di incentivi per il turismo

19 Febbraio 2018
Sono quattro gli incentivi targati Invitalia per donne e giovani imprenditori nel turismo. Si tratta dei pacchetti Nuove imprese a tasso zero, Smart & Start, Resto al sud e Selfiemployment.

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO. L’obiettivo è sostenere, in tutta Italia, la creazione di Piccole e medie imprese (Pmi) composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o donne di tutte le età. È previsto un finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese entro i 1,5 milioni di euro e può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili. La dotazione finanziari adi questo pacchetto è di circa 150 milioni di euro, le agevolazioni sono concesse fino a esaurimento dei fondi. Per quanto riguarda le forme giuridiche, vengono ammesse società di persone, società di capitali (comprese le unipersonali) e le società cooperative. Sono escluse le imprese individuali, le società semplici e le società di fatto.

RESTO AL SUD. È un incentivo a sportello che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani di età compresa tra 18 e 36 anni residenti (o che trasferiscano la residenza) nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). La dotazione finanziaria complessiva è di 1.250 milioni di euro. Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 35% dell’investimento complessivo e in un finanziamento bancario pari al 65% dell’investimento complessivo, garantito dal fondo di garanzia per le Pmi.

SMART & START. Prevede agevolazioni a chiunque, tra giovani e donne, voglia aprire una startup innovativa su tutto il territorio nazionale. La condizione per l’erogazione di incentivi è che la business idea abbia caratteristiche tecnologiche e innovative, oppure sia pensata per sviluppare prodotti, servizi o soluzioni nel mondo dell’economia digitale, o valorizzare economicamente i risultati del sistema della ricerca. Sono ammissibili al finanziamento gli investimenti per marketing e web marketing e anche i marchi (oltre ai brevetti e alle licenze). Per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto un contributo a fondo perduto pari al 20% del mutuo.

SELFIEMPLOYMENT. Finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani tra i 18 e 29 anni iscritti al programma Garanzia Giovani, indipendentemente dalla partecipazione al percorso di accompagnamento finalizzato all’autoimprenditorialità. In questo caso sono contremplati finanziamenti per iniziative nel turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi; servizi alla persona; per l’ambiente; Ict (multimediali, informazione e comunicazione). - di Andrea Lovelock - Fonte: L'Agenziadiviaggi.it