Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Il turismo europeo è in buona salute

Il turismo europeo è in buona salute

05 Febbraio 2018
Sono 3,2 miliardi le notti trascorse nelle strutture turistiche, a +5,1% rispetto al 2016. Tra le quattro nazioni che mostrano il maggior numero di notti trascorse ci sono Francia e Italia

Il 2017 si è appena concluso con un segno positivo per il turismo nell’Unione Europea. E' quanto emerge dai dati pubblicati da Eurostat, ripresi dalla versione online de Il Sole-24 Ore. 

Numeri alla mano sono 3,2 miliardi le notti che sono state trascorse nelle strutture turistiche, a +5,1% rispetto al 2016.

In testa alla classifica ci sono Lettonia (+12%), Liechtenstein (+11,7%), Slovenia (+11,3%), Serbia (+11%) e Croazia (+10,6%). Tra le quattro nazioni che mostrano il maggior numero di notti trascorse nelle strutture turistiche, ci sono la Francia (6,6%) e l’Italia (5,4%), con un dato superiore al valore complessivo europeo che è del 5,1%. Spagna e Germania hanno i seguenti dati, rispettivamente 3,6% e 2,7%.

La distribuzione per le singole nazioni mostra che i principali protagonisti del turismo in termini assoluti sono Spagna con 471,4 milioni di notti, Francia (431,3), Italia (424,7) e Germania (399,9).

Quanto alla provenienza dei turisti, la Spagna vede il 65% di turisti provenienti da oltre confine, per quanto riguarda Francia e Germania, si ha il 31% e 21% di turisti non residenti.

Qual è la situazione dell'Italia? Nel caso del nostro Paese le cifre rivelano un sostanziale pareggio (50%), è lieve il vantaggio dei turisti residenti (213,5 milioni di notti) sugli stranieri (211,3).

Confrontando i dati 2017 con quelli 2016, si ha che la crescita complessiva del 5,1%trova riscontro in quasi tutti i Paesi europei che registrano tutti numeri di segno positivo. - Fonte: Guidaviaggi.it