Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Sole 24 Ore - «Serve un fondo anti-emergenze»

Il Sole 24 Ore - «Serve un fondo anti-emergenze»

29 Aprile 2010

Le reazioni in Italia. Appello al governo di Federturismo e Astoi

MILANO

Misure di emergenza persalvaguardare la competitività degli operatori turistici italiani colpiti dalla crisi legata al vulcano islandese. Le chiede Federturismo Confindustria al governo «per compensare i costi che gli operatori hanno dovuto sostenere e stanno sostenendo,in seguito al blocco dei voli» per l assistenza e il rientro dei turisti, per esempio,e per l inserimento di personale aggiuntivo.

Secondo Federturismo, infatti, la gestione dell emergenza, in assenza di un piano di crisi delle istituzioni, è gravata quasi esclusivamente sugli operatori che si sono trovati a subire, al di fuori di ogni propria responsabilità, danni che, senza un sostegno, lasceranno un segno profondo sulla già vulnerabile competitività dell intera filiera turistica.

«Rimangono dubbi comunica Federturismo sui provvedimenti adottati dall Enac sulla chiusura dei cieli italiani prima dell arrivo della nubee sulla riapertura, con voli test, circoscritta alla tratta nazionale Milano-Roma.

Ad oggi, diversamente da quanto avvenuto in altri paesi europei come Gran Bretagna,Germania,Francia e Spagna, non c è stato alcun intervento del governo». Federturismo chiede misure per fronteggiare l emergenza della situazione immediata, ma anche l istituzione«con urgenza» di un fondo che, in futuro, ggarantisca un intervento sia a tutela dei viaggiatori sia degli operatori nei casi di emergenza.

«Riteniamo  continuano dalla federazione  che l indisponibilità di mezzi finanziari per gestire la situazione e il rischio di vettori e di operatori turistici non siano conseguenze da sottovalutare. La situazione attuale è una chiara esemplificazione di quanto sia improrogabile l istituzione delfondo».

Federturismo fa inoltre sapere di avere avviato, attraverso i soci , una stima dei costi addizionali attraverso dati certificati e certificabili. Anche secondo Astoi i tour operator non possono più essere lasciati soli a farsi carico delle situazioni di emergenza perciò un intervento tempestivo del governo è fondamentale.

Un sostegno serve anche al comparto aereo. «Credo  ha detto ieri il presidentedell Enac, Vito Riggio, a margine della posa della prima pietra del nuovo Centro direzionale dell aeroporto di Palermo che bisognerà dare qualche forma di aiuto alle compagnie aeree che hanno avuto danni economici dalla chiusura di spazi aerei in Europa provocata dalla nube vulcanica islandese».

Intanto il vicepresidente della Camera dei deputati Antonio Leone ha comunicatoall assemblea che oggi alle 19 nell aula della Camera si terrà l informativa urgente del governo sui problemi arrecati al trasporto aereo dalla nube sprigionata dal vulcano in eruzione in Islanda. Di Marika Gervasio

Visualizza l'articolo

{phocadownload view=file|id=229|target=s}