Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Sole 24 Ore - Cipro. Ancora nessuna disdetta dai turisti italiani prenotati

Il Sole 24 Ore - Cipro. Ancora nessuna disdetta dai turisti italiani prenotati

23 Marzo 2013


I tour operator italiani non agiscono direttamente nell'isola

«Non si stanno verificando disdette di prenotazioni e le richieste di informazioni che riceviamo riguardano i sistemi di pagamento in loco». È il primo commento dell'Ente del turismo di Cipro in Italia sui viaggi di italiani nell'Isola di Venere. Il Parlamento di Cipro ha detto no al prelievo forzoso sui conti correnti, ma resta l'allerta finanziaria. I leader ciprioti devono proporre un piano alternativo per salvare il Paese dal default. «Quello che consigliamo ai turisti - spiega l'Ente - è di portare in viaggio più contante. Sappiamo che i bancomat non stanno erogando denaro, ma le carte di credito sono accettate. Confidiamo che una soluzione venga trovata entro la fine di marzo. Il settore turistico sarà in ogni caso tutelato». Conferma il direttore dell'Ente, Christos Tsiakas: «Siamo fiduciosi che la stagione estiva, che è quella più importante per il mercato italiano, si svolgerà senza problemi».

L'industria dei viaggi produce introiti annui per 2,2 miliardi di euro (+11% nel 2012) e rappresenta il 10% del Pil nazionale. Gli occupati del comparto sono 77.500 (fonte Wttc) e nel 2012 gli investimenti nel settore sono stati pari a 263 milioni di euro (9% sul totale), mentre per il 2013 è atteso un calo del 3%. Le spese legate al turismo rappresentano il 91,7% del totale, contro un 8,3% di business travel. Nel 2013 sono attesi 2,4 milioni di arrivi internazionali (-0,6%). La quota di italiani negli arrivi internazionali è salita dal 3 al 5%. Lo scorso anno sono stati 34.000 i visitatori italiani a Cipro, con una crescita del 104%, grazie alla fine del monopolio del vettore nazionale.

Ad aver contribuito al risultato è stato l'avvio dei voli low cost, dalla primavera scorsa. Ryanair opera verso l'isola in partenza da Bergamo, Bologna e Roma Ciampino e da fine marzo a ottobre sarà operativo il nuovo volo easyJet da Roma su Larnaca con 4 frequenze a settimana. Cyprus Airways, invece, ha deciso di tagliare per il 2013 il volo da Milano, lasciando i quattro collegamenti da Roma per Larnaca. Per i tour operator italiani, comunque, Cipro resta una destinazione di nicchia.

Il presidente Astoi Confindustria Viaggi, Nardo Filippetti, precisa: «È una meta poco legata al turismo italiano,
scarsamente alimentata dai nostri tour operator. Non sono previsti voli charter e non vengono commercializzati villaggi made in Italy». Il Paese ha un piano di destagionalizzazione che prevede la costruzione di nuovi campi da golf, oltre ai quattro esistenti, e punta a sviluppare il turismo culturale e religioso. Paphos sarà Capitale della cultura nel 2017. - di Laura Dominici

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=2066|target=s}