Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Mattino di Padova - Sharm, padovani in calo del 50%

Il Mattino di Padova - Sharm, padovani in calo del 50%

14 Luglio 2014


I tour operator: «Mar Rosso tranquillo, la Farnesina ci penalizza»

Da quando la Farnesina ha emanato per i turisti italiani il cosiddetto "sconsiglio" in seguito ai moti di protesta al Cairo, i viaggi dei veneti e dei padovani in particolare verso Sharm el Sheikh, Marsa Alam e Marsa Matrouh, le località più famose del Mar Rosso, sono calati del 50%. Ma i tour operator e gli agenti di viaggio nostrani, da mesi, stanno facendo di tutto per annullare il diniego ministeriale alla luce del fatto, dicono, che attualmente la situazione è tranquilla e «non c'è nessun tipo di rischio e di pericolo per i turisti».

Tant'è che mentre i turisti italiani scarseggiano i russi e i tedeschi, a Sharm e zone limitrofe, hanno quintuplicato le loro presenze. Non a caso, recentemente, una valanga di operatori del settore, in rappresentanza di vari network, delle associazioni Astoi ed Ainet e di quattro compagnie aeree, hanno partecipato, a Marsa Alam, a un incontro intitolato "United For Egypt" con il ministro del turismo egiziano, Hisham Zaazou, in cui è stato fatto il punto della situazione. Tra i rappresentanti del Veneto c'era il padovano Ivano Zilio, presidente di Prima Rete Network, associata ad Ainet.

«Lo sconsiglio della Farnesina, in vigore ancora oggi, non ha più senso» spiega Zilio. «Sta solo frenando le scelte turistiche di migliaia di veneti e padovani e penalizza, pesantemente, tutti noi addetti ai lavori. Sino a poco tempo fa il Mar Rosso egiziano era, di gran lunga, la meta preferita dei veneti. I voli in partenza per l'Egitto erano sempre pieni di padovani, di tutti i ceti sociali. Ci andava l'imprenditore, il commerciante, ma anche il dipendente pubblico e il semplice operaio. In pratica l'ottimo rapporto qualità-prezzo invogliava tutti quelli che sentivano il bisogno di rilassarsi, per una o più settimane, in posti belli e unici al mondo, che hanno anche una grande valenza storica».

In genere una vacanza di una settimana sul Mar Rosso costa 600-700 euro, tutto compreso. Vitto internazionale e soggiorno in alberghi minimo a quattro stelle. I voli partono, in genere, da Verona e da Venezia con vettori Neos Alpitour, Meridiana e Blu Panorama. - di Felice Paduano

Visualizza l'articolo:
{phocadownload view=file|id=3317|target=s}