Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giorno Milano - «Chiedere sempre cosa comprende la quota»

Il Giorno Milano - «Chiedere sempre cosa comprende la quota»

28 Luglio 2010

IL CONSIGLIO ROBERTO CORBELLA PRESIDENTE DI ASTOI (ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI TURISTICI)

- NOVATE MILANESE - ASTOI è l'associazione di Categoria dei tour operator italiani. Parliamo del fenomeno dell'abusivismo con il presidente Roberto Corbella. «È vero, il fenomeno esiste, ci sono realtà che operano in modo non conforme alle regole. Lo sbaglio è stato fatto in passato, quando è stato dato il permesso a chiunque di organizzare viaggi e alcuni hanno utilizzato delle scorciatoie. Il consumatore finale a volte rischia di non saper riconoscere un professionista da un non professionista e incappa in problematiche e disservizi che poi deve risolvere da solo. Bisogna ricordare che ci sono associazioni che lavorano bene, non sono tutte abusive o non legali». Nessuna difesa a priori della categoria, insomma, l'importante è essere chiari. «Dipende da cosa si vuole, a un prezzo corrisponde un servizio. Mentre il tour operator è obbligato a sottoscrivere polizze e quindi, in caso di imprevisti, il viaggiatore è coperto, tutti gli altri no. L'importante è esserne consapevoli».

«MOLTE PERSONE poi scelgono la vacanza fai-da-te - continua Corbella - e finché va tutto bene non si lamentano; quando poi rimangono senza volo aereo o albergo nascono i problemi. Un ultimo esempio è quello dei voli cancellati per la nube tossica, chi ha prenotato e sbrigato le pratiche seriamente ha avuto i suoi rimborsi o alternative, chi non l'ha fatto è incorso in disservizi. Concludo dicendo di non criminalizzare mai nulla, il consumatore però deve essere consapevole delle sue scelte, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ai professionisti del settore perché sapranno gestire al meglio ogni situazione poiché hanno esperienza, capacità ed è il loro lavoro. Professionisti e non persone che si inventano dei ruoli non di loro competenza». Ma soprattutto «chiedere, chiedere, chiedere: bisogna sapere cosa comprende laquota, in che modo si è coperti» conclude il presidente. Per contattare l'Astoi si può chiamare il numero 06/5924206. Di D.F. -- Il Giorno - Milano Pag. 3

Visualizza l'articolo

{phocadownload view=file|id=283|target=s}