Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giornale del Turismo sito web -  Tutto esaurito  per l edizione 2013 di BMT, numeri in controtendenza rispetto agli altri eve

Il Giornale del Turismo sito web -  Tutto esaurito per l edizione 2013 di BMT, numeri in controtendenza rispetto agli altri eve

28 Marzo 2013


Un edizione da sold out: è quello che sarà la Borsa Mediterranea del Turismo numero 17, in programma alla Mostra d Oltremare di Napoli da venerdì 5 a domenica 7 aprile. L evento presenta numeri che vanno in controtendenza rispetto agli esiti di recenti appuntamenti del settore che nelle loro dimensioni si sono presentati in versione smart o low cost. La BMT 2013 invece propone valori di tutto rispetto, in linea con le precedenti edizioni: 5 padiglioni occupati, oltre 450 espositori, come 450 sarà anche il numero dei buyers esteri che parteciperanno ai workshop di prodotto, che daranno un senso all etichetta di vero appuntamento b2b che da sempre contraddistingue la BMT. Numerose new entry fra le presenze negli stand come, per esempio, il Giappone e i suoi principali tour operator, associazioni come Visit Usa e numerosi tour operator. E poi nuove aree a tema, da quella riservata al turismo GLTB a quella sui nuovi servizi a disposizione delle agenzie di viaggio con i Corsi di formazione sulle nuove tecnologie ad uso del web marketing. BMT 2013 inoltre, dedicherà uno spazio a Città della Scienza di Napoli, recentemente distrutta da un incendio, e ne appoggerà la causa per la ricostruzione immediata.

A Napoli chi ci crede ancora

Un menù ricco, in un momento che non è dei più facili, anche per gli organizzatori di fiere.  C è stato un grosso lavoro di preparazione durato oltre 6 mesi, dovuto all incertezza del terribile momento di crisi in atto  commenta Angioletto de Negri, presidente della BMT Napoli e amministratore della società organizzatrice Progecta srl  Un lavoro che si è concretizzato però con il  tutto pieno anche per questa edizione. Un segno che il settore è ancora vivo e vuole continuare a crederci, a dispetto di tutto ciò che accade e ci circonda .

Aree comuni delle associazioni, pro e contro

Fra le novità di BMT 2013 ci sono anche le aree comuni delle principali associazioni di categoria, ASTOI Confindustria Viaggi e Federviaggio. Su questa novità però, De Negri propone una riflessione critica in veste di operatore turistico quale lui anche è:  Non siamo ancora riusciti a comprendere la positività dell ideazione di queste aree comuni. Noi siamo favorevoli alle innovazioni ma da tour operator penso: ben vengano le aree comuni ma con la libertà di poter esprimere la propria visibilità nel modo più eccellente proprio in questo momento che il mercato vuole ricevere fiducia dai propri partner . Il riferimento va anche a quanto visto in un altro appuntamento dedicato al turismo:  Quello a cui si è assistito nell ultima fiera in ordine di tempo, è stato molto spiacevole per chi opera in questo mercato. Sembrava di stare all ultima spiaggia di tutto il nostro settore. Stand squallidi nell uniformità di spazi e colori che contravvenivano a quanto siamo da sempre abituati a vedere nelle nostre fiere e in quelle estere. Alla fine è l unica occasione per ricevere un cliente o un fornitore in un salotto buono che in quel momento rappresenta la propria azienda .

Le fiere che funzionano

Una tendenza da cui sembra essere immune la BMT che, nonostante la scelta delle associazioni di confermare il proprio modus operandi, presenta grandi numeri ed allestimenti in linea con quelli delle edizioni precedenti e la confermano come uno dei due eventi di successo nel settore.  La spiegazione è semplice  fa notare de Negri  In Italia ci sono solo due fiere che funzionano e che si sono piazzate nei punti giusti: BMT per il centro sud a Napoli e TTG per il centro nord a Rimini. Ambedue gli eventi sono perfettamente raggiungibili anche dalle altre due rispettive aree. Per BMT la novità è che c è interesse anche da fornitori e corrispondenti che arriveranno da oltreoceano. A favorire ciò è la vicinanza di un grosso hub internazionale come quello di Roma Fiumicino, perfettamente collegato a Napoli. E il seg