Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giornale del Turismo - Luca Battifora. Nella vita sono poche le cose impossibili

Il Giornale del Turismo - Luca Battifora. Nella vita sono poche le cose impossibili

11 Luglio 2014


È il manager del giorno. Non solo perché le aziende del tour operating che aderiscono a Confindustria, e quindi quasi tutte quelle più importanti, lo hanno scelto per la guida della loro associazione nel prossimo biennio. Luca Battifora infatti, è uno di quei manager che tutti vorrebbero, e tanti hanno avuto, nella loro squadra. Uomo di grande ingegno, capace di aggregare, e si è visto, e di organizzare. D altra parte, per lui parla il curriculum: Alpitour, Royal Caribbean, Viaggi del Ventaglio, G40 sono alcune delle tappe di un percorso non proprio banale che oggi lo vede alla guida di Hotelplan Italia. E ora, da poco meno di due mesi siede anche sulla poltrona che tocca al presidente ASTOI. In seno all associazione ha prevalso quindi la linea del manager rispetto a quella dell imprenditore. Una scelta che, stando al Battifora pensiero, non indica necessariamente un diverso orientamento della base associativa rispetto alla linea di gestione di ASTOI stessa.

Manager ed imprenditori hanno caratteristiche diverse  sostiene  ma entrambe necessarie. L eventuale valutazione non può fermarsi alla superficie, in base alla categoria di appartenenza, la differenza sta nel profilo che sia imprenditore o manager. Ci sono aziende gestite con successo sia da imprenditori che da manager e viceversa, potrei farle decine di esempi anche nel nostro settore.  Ho ricoperto incarichi direzionali in grandi aziende del tour operating italiano e in due dei primari network di agenzie, ho avuto anche l opportunità di una breve ma formativa esperienza nel settore delle crociere con una compagnia americana e, attualmente, sono a capo di un azienda che è espressione di uno dei principali gruppi europei: credo sia questa la principale ragione della preferenza che mi è stata data, l esperienza maturata nel mio percorso professionale sia nel campo della distribuzione che nella produzione, conoscere tecnicismi e dinamiche di settori complessi come le gestioni di villaggi o delle crociere, lavorare (cosa che avviene tutt ora) con prodotto sia charter che linea probabilmente ha dato elementi di maggiori garanzie .

Quale sarà il suo programma dei primi 100 giorni, tenendo conto che in questi 100 giorni passa tutta l estate, e quindi il clou dell attività di un anno per tutto il settore in Italia?

Siamo stati subito impegnati da UFE, United For Egypt, un evento straordinario che però ha richiesto un impegno enorme di tutti pre, durante e post evento. Subito dopo si è tenuto un primo comitato nel quale abbiamo delineato alcuni punti del programma e le deleghe necessarie per svilupparlo. Con i prossimi incontri si darà velocemente operatività a ciò che serve. I temi sono tanti, stiamo tenendo un ritmo serrato, tutti saranno trattati nell ordine di priorità necessario.

E per i mesi successivi come si muoverà?

C è un ottima squadra per poter lavorare con qualità: vice presidenti, i colleghi del Comitato, il nostro Direttore Generale con lo staff dell ufficio offrono tutte le garanzie necessarie.

Il suo è stato negli anni un percorso lavorativo con tante medaglie sul petto appuntate dai grandi nomi del tour operating e poi un percorso ugualmente interessante dentro i network. Se pensa quindi alle problematiche di questo settore specifico, Battifora è l uomo che rappresenta la giusta sintesi o il punto di incontro fra le esigenze di grossisti e dettaglianti?

Grossista e dettagliante è una visione che appartiene al passato, purtroppo c è chi ancora sta sulla barricata dell una o altra parte . Per me esiste un percorso di acquisto che il cliente fa nel comprare un viaggio nel quale noi dobbiamo essere presenti in modo qualificato e funzionale.

Il curriculum che porta in dote è molto dinamico: non si è fermato mai nello stesso posto per troppo tempo. Dando per