Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giornale del Turismo - Corbella (Astoi) invita le associazioni di categoria al dialogo ed auspica un incontro a settembre

Il Giornale del Turismo - Corbella (Astoi) invita le associazioni di categoria al dialogo ed auspica un incontro a settembre

31 Luglio 2010

In merito alle recenti dichiarazioni rilasciate dai presidenti di Fiavet ed Assoviaggi sul tema dei supplementi carburante, il presidente di Astoi Roberto Corbella afferma:  Ho letto le considerazioni dei colleghi e, pur non condividendo alcuni aspetti, capisco e rispetto le loro preoccupazioni. Che il mercato turistico non goda di ottima salute è noto a tutti gli attori della filiera e le conseguenze le subiscono tutti: agenzie di viaggi, tour operator, vettori. Tutti abbiamo difficoltà ad accollarci costi aggiuntivi e spesso dipendenti da fattori esterni.

Per quanto riguarda il carburante, ad esempio  spiega Corbella  i tour operator ricevono adeguamenti dalle compagnie aeree non solo in alta stagione, ma durante tutto l arco dell anno e sono costretti a trasferire tali costi al cliente. Il problema esiste e bisogna affrontarlo per trovare una soluzione che possa garantire il trasferimento di questi costi nella maniera più corretta e chiara possibile. Come associazione abbiamo insistito più volte sulla necessità di metterci intorno ad un tavolo con le altre associazioni di categoria per affrontare temi sui quali c è possibilità di ampia convergenza (Fondo di Garanzia, condizioni generali di contratto tour operator/consumatori; attivazione di percorsi di formazione e qualificazione del comparto; creazione di percorsi di certificazione di qualità), ma anche temi sui quali dialogare è certamente più complesso e difficile.

Il dialogo tra associazioni è iniziato  continua il numero uno di Astoi  ma sicuramente dobbiamo metterci tutti più determinazione ed impegno. Non è dunque la contrapposizione, la via da percorrere. Siamo fermamente convinti che un dialogo a monte, tra le associazioni di categoria, possa facilitare anche la gestione del rapporto diretto tra tour operator ed agenzie di viaggi e possa aiutare a fare chiarezza sulle rispettive esigenze che inevitabilmente, nel rapporto trilaterale tra tour operator, agenzie di viaggi e consumatori, debbono essere contemperate. Riteniamo quindi, anche in linea con il messaggio lanciato dal presidente di Uftaa Europa Bevacqua  conclude Corbella  che, sin dai primi di settembre, ci si debba nuovamente sedere intorno ad un tavolo per affrontare i temi che interessano il settore. In questa ultima parte d estate cerchiamo intanto di rimanere uniti, concentrando il massimo sforzo per ottenere risultati più confortanti per tutti .