Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Il Giornale del Turismo: ASTOI Academy - La formazione 2.0 del Turismo

Il Giornale del Turismo: ASTOI Academy - La formazione 2.0 del Turismo

28 Luglio 2011

ASTOI Academy - La formazione 2.0 del Turismo

ASTOI Academy è il nuovo progetto di ASTOI, una sorta di Business School dedicata ai bisogni formativi del comparto. Nata da un idea del  Gruppo di Lavoro Strategie e Sviluppo , l ASTOI Academy si pone l obiettivo di implementare corsi di formazione professionale finalizzati alla formazione di figure specializzate, garantendo sempre la piena corrispondenza rispetto ai bisogni espressi dalle aziende, oltreché un aggiornamento delle competenze in linea con i trend attuali del mercato. ASTOI Academy è quindi uno strumento volto a promuovere la qualificazione degli operatori per innalzare la qualità dei prodotti e dei servizi offerti sul mercato turistico.

Nella fase iniziale del progetto è stato somministrato a tutti i Soci un questionario per la rilevazione dei fabbisogni formativi e, dall analisi dei risultati, sono emersi alcuni ambiti di intervento prioritari sui quali sviluppare una prima offerta formativa. Le prime proposte avranno ad oggetto una programmazione turistica  intelligente ed innovativa (tesa cioè ad individuare ed a  catturare nuovi target turistici) e l uso dei canali digitali per leggere ed anticipare le tendenze turistiche, competenze ritenute leve essenziali per poter concorrere nell'attuale mercato internazionale. Altro ambito considerato di estrema rilevanza, come riscontrato anche grazie alla nutrita partecipazione che contraddistingue solitamente le riunioni del Gruppo di Lavoro Fiscale di ASTOI, è quello amministrativo - fiscale.

Per tale motivo, sono stati elaborati specifici corsi ad hoc sul tema dell IVA e della gestione delle imposte nel bilancio delle imprese turistiche. Perché si parla di formazione 2.0? La didattica sarà estremamente interattiva e finalizzata ad un forte coinvolgimento dei partecipanti. Nelle stesse organizzazioni, l intranet, integrata con gli strumenti del web 2.0 come blog, forum, social network, wiki, etc., diventa sempre più un vero e proprio ambiente di lavoro virtuale dove le persone possono trovare quanto serve loro per lavorare, conoscere, informarsi, interagire. Il web 2.0 nasce grazie a nuove modalità di programmazione che permettono ad ogni persona di essere contemporaneamente utente e produttore della conoscenza in una molteplicità di ambienti e modalità di comunicazione. Questi ambienti trasformano radicalmente il web che, da regno indiscusso di tecnici ed informatici che ne governavano codici e sicurezza, è diventato un luogo aperto, accessibile a tutti, dove è possibile cooperare e condividere, creare e scambiare.

Assistiamo al continuo formarsi di community, di gruppi orizzontali aperti e gruppi di collaborazione su ogni ramo della conoscenza umana. Ormai, al centro della comunicazione si trova ognuno degli utenti della grande community virtuale. Saper leggere ed interpretare questi nuovi strumenti e questa tecnologia per un impresa turistica vuol dire entrare in contatto con la realtà virtuale frequentata dai nuovi target e capire dove e come si informano, quali spazi utilizzano per comunicare, quali conversazioni anticipano la scelta di una destinazione turistica etc. Lo studio dei diversi ambienti consentirà ai partecipanti di rendersi conto delle enormi potenzialità esistenti in rete e stimolerà processi di idee e confronti che potranno anche dar luogo a scelte imprenditoriali.

Sviluppare la conoscenza di tali ambienti permetterà di: acquisire una visione ampia delle potenzialità offerte dalla rete per entrare in contatto con i target desiderati riconoscendone gli ambienti di frequentazione ed i linguaggi specifici; essere in grado di profilare i destinatari delle azioni turistiche seguendoli negli spazi virtuali; migliorare la capacità di costruire una descrizione della propria azienda che ne metta in evidenza il caratter di originalità; saper costruire un di