Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
GuidaViaggi sito web - Astoi, le tre aree di intervento di Filippetti

GuidaViaggi sito web - Astoi, le tre aree di intervento di Filippetti

07 Luglio 2016

Piena operatività del Fondo di Garanzia, rafforzamento dell’associazione e più interazione con le istituzioni, le azioni del presidente. Avanti con l’operazione bollino

Da qualche settimana nuovamente alla guida di Astoi, il presidente Nardo Filippetti spiega a Guida Viaggi quali saranno le priorità d’intervento nel corso del suo mandato.

“I temi sul tappeto sono davvero tanti, ma se dovessi individuare tre obiettivi su cui focalizzare la nostra attenzione immediata sarebbero i seguenti. Innanzitutto la piena operatività del Fondo di Garanzia di Astoi - commenta Filippetti -. E' sicuramente una sfida molto complessa perché, al di là dell'introduzione secca dell'obbligo di copertura per fallimento e insolvenza, ci muoviamo su un terreno irto di difficoltà. Ciononostante, Astoi ha voluto offrire e costruire una soluzione ad hoc per i t.o, svolgendo appieno il compito che dovrebbe competere ad ogni associazione di categoria: risolvere i problemi del comparto rappresentato”. Il secondo punto è quello di “rendere Astoi un’associazione sempre più forte e rappresentativa, che raccolga attorno a sé l’intero mondo del tour operating. Di fatto già rappresentiamo oltre il 90% del comparto, per i volumi di fatturato espressi dai nostri soci, ma l'ulteriore allargamento della base associativa - cosa che sta già avvenendo - porterà ad un rafforzamento sia interno che esterno. Più siamo e più condividiamo problemi e soluzioni e, soprattutto, più esercitiamo il nostro peso nei confronti delle istituzioni”. E proprio quest’ultimo aspetto rappresenta il terzo tema, ossia un’interazione sempre più completa con le istituzioni, soprattutto con i due ministeri di riferimento, Mibact e Mae, "con i quali abbiamo instaurato da tempo una collaborazione fattiva”. “Vogliamo che le istituzioni rappresentino per noi una vera sponda – dichiara il presidente - ora più che mai lo scambio dovrà essere win–win”.

Gv: Il costo rappresentato dal fondo – e che inevitabilmente si riverserà sul cliente finale – non renderà più convenienti le vendite delle agenzie che autoproducono (possono prepagare i biglietti aerei e poi prenotare l’hotel vendendo quindi separatamente i servizi)?

Astoi: “Sia gli organizzatori che gli intermediari avranno questo costo aggiuntivo, quindi il problema c'è per tutti e, anzi, per gli intermediari trovare una soluzione per adempiere a questo nuovo obbligo è notevolmente più difficile. Se l'agenzia vuole organizzare, deve dotarsi di questa copertura a tutela del consumatore finale. Secondo l'art. 34 del Codice del Turismo, la fatturazione separata degli elementi di uno stesso pacchetto turistico non sottrae l'organizzatore o il venditore agli obblighi della normativa sulla vendita dei pacchetti, quindi non credo che si possano trovare particolari scappatoie".

Gv: Può dare qualche dettaglio in più sull’iniziativa del bollino? Come verrà veicolata l’operazione?

“Il bollino sarà un marchio di garanzia il cui significato è molto semplice: la categoria dei tour operator che rappresentiamo è in grado di dare certezze a tutto tondo, dalla professionalità nella scelta e nell'offerta del prodotto, alle notevoli tutele aggiuntive di cui gode il cliente che acquista dentro il circuito del turismo organizzato, oggi arricchite del Fondo di Garanzia Astoi. Dobbiamo iniziare a comunicare nel modo corretto questo indiscusso valore aggiunto e, soprattutto, a qualificare le imprese che lo offrono. Valorizzare il ruolo degli organizzatori, dare pubblicità alle garanzie ed alle tutele offerte dai tour operator associati, sono risultati che oggi potranno realisticamente essere raggiunti. L'iniziativa verrà veicolata parallelamente alla pubblicizzazione del Fondo di Garanzia”. - di l.d.