Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Guida Viaggi sito web - Gattinoni: 'Dovremmo avere 10 t.o.'

Guida Viaggi sito web - Gattinoni: 'Dovremmo avere 10 t.o.'

23 Gennaio 2015
L'analisi del presidente Ainet a proposito del turismo organizzato in Italia.
In occasione della tavola rotonda del ciclo MARTEDIturismo by Guida Viaggi, il manager ha spiegato: "Gli operatori dovrebbero tornare piccoli, ora hanno solo un business difensivo"

Un mercato della produzione con una decina di tour operator che si suddividono il planisfero. Questa la visione di Franco Gattinoni, presidente Ainet, per il turismo organizzato in Italia. Un'analisi scaturita nel corso del recente dibattito sul self t.o. promosso da MARTEDIturismo a Milano.

"Dovremmo avere una decina di tour operator specialisti - ha sottolineato Gattinoni - e a questo punto lavoreremmo tutti bene e avremmo più controllo sul prodotto e sui clienti". Una visione idilliaca che però per Luca Battifora, presidente Astoi, non riuscirebbe tanto a stare in piedi sul fronte del conto economico.

"Il fatto è - ha aggiunto Gattinoni - che i t.o. dovrebbero tornare ad essere piccoli, perché ora hanno soltanto un business difensivo. Sarebbe bene che ricominciassero a diventare leader delle destinazioni".

Una visione un po' anni Ottanta, secondo Frederic Naar, presidente di Naar Tour Operator, ma Gattinoni cita l'esempio di Press Tours che sta rafforzando la sua posizione su Cuba, dove ha una leadership.

E il presidente Ainet incalza: "Bisogna avere il coraggio di cambiare progetto, perché tecnologizzarsi al massimo è una battaglia persa. I t.o. dovrebbero fare passi inversi e avere maggiore controllo del prodotto". l.d.