Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Guida Viaggi - L'ente va all'attacco

Guida Viaggi - L'ente va all'attacco

10 Maggio 2011

Da metà maggio una campagna pubblicitaria con Astoi. Prematuro parlare di cifre di traffico

La Tunisia passa all'attacco. L'Ente del Turismo sta definendo una campagna pubblicitaria che decollerà a metà maggio per protrarsi fino a fine giugno-inizio luglio e che vedrà anche il sostegno di Astoi . Ad annunciarlo a Guida Viaggi è Mustapha Nasri , direttore dell' Ente Nazionale Tunisino per il Turismo a Milano . " Si tratta di una comunicazione che lanceremo su tv, giornali, con affissioni - spiega il direttore . Lo spirito della campagna è imperniato sul concetto di ospitalità e accoglienza del popolo tunisino ". Uno scarto rispetto all'iniziativa presentata lo scorso febbraio? " Quello era un progetto legato al momento che stavamo vivendo - replica Nasri -. Ora stiamo parlando di una campagna istituzionale, con il logo della Tunisia ed una creatività studiata appositamente per il mercato italiano, per il quale investiremo un milione e mezzo di euro e a cui si somma il sostegno di Astoi ". L'obiettivo è recuperare, entro l'estate, il declino numerico. " L'andamento delle prenotazioni nel primo trimestre dell'anno - dichiara il direttore - ha fatto registrare un 44% a livello internazionale e un -45% dall'Italia, con 614mila arrivi, di cui 20.100 dal Belpaese ". Al momento è prematuro parlare di cifre di traffico e i tour operator - secondo l'ente - non sono in grado di fornire stime. " La situazione è instabile a causa del problema immigrati e per la guerra in corso in Libia ", aggiunge. Per quanto riguarda i collegamenti, " i voli di linea sono stati mantenuti, mentre per i voli charter stiamo notando una ripresa, anche se limitata, con un annullamento della programmazione Itc attorno al 40% ". Con la ripresa della domanda e l'aiuto del piano di comunicazione, il Governo spera in un lesto recupero. Intanto viene riconfermata la recente decisione di appoggiare il trasporto charter con una sovvenzione, " nei limiti dei tassi di occupazione ". E' in corso di attuazione anche un calendario di eventi partito a marzo - in collaborazione con t.o, network e agenzie per portare il trade in Tunisia. Sono state stabilite campagne di co-marketing congiunte con 7-8 operatori che partiranno nei prossimi giorni e a giugno, con workshop, roadshow e viaggi verso il Paese.

Quattro nicchie per il marketing Quattro le nicchie su cui si basa il piano di marketing dell'ente: turismo sahariano, culturale, sportivo e del benessere. Sembra, intanto, che stiano ripartendo i gruppi interessati ai circuiti culturali, mentre da settembre saranno riconfermate le due frequenze settimanali del volo diretto Tunisair Milano-Tozeur. Allarme occupazione Nei giorni scorsi il ministro del Turismo tunisino, Mehdi Houas, aveva indicato la necessità di un piano da 5 miliardi di investimenti e prestiti a tasso ridotto su scala europea. " Negli ultimi tre mesi - aveva sostenuto - la nostra economia è andata a picco e il risultato sono 500mila disoccupati. Nel turismo, considerando anche l'indotto, arriviamo a circa 800mila occupati su una popolazione attiva in Tunisia pari a due milioni di lavoratori. Se non invertiremo il trend negativo, alla fine della stagione turistica ci ritroveremo con almeno altri 100-200mila disoccupati che cercheranno di emigrare , conclude".

Visualizza l'articolo

{phocadownload view=file|id=730|target=s}