Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Expo, la carica dei 22 milioni di visitatori

Expo, la carica dei 22 milioni di visitatori

08 Novembre 2014

Chi viene da lontano si tratterrà 46 giorni in Italia, trascorrendo almeno 2 giorni a Milano. Le famiglie svizzere attraverseranno le Alpi soprattutto a maggio, insieme alle indiane, accomunate dalla sospensione delle lezioni scolastiche, i coreani non vanno a scuola ad agosto e opteranno per un tour in Italia in quel periodo. Perché Expo, afferma Josep Ejarque Bernet, direttore generale di Explora, «non è una semplice fiera, nemmeno una meta da turismo d'affari, ma un'occasione di piacere, da gustare con la famiglia». Nell'ultimo anno Explora ha promosso Expo in 18 fiere internazionali, per convincere i tour operator in ogni dove che la Milano e l'Italia di Expo valgono la pena di un viaggio. Di contro l'agenzia di marketing ha raccolto anche le esigenze che i turisti stranieri si aspettano di vedere soddisfatte arrivando qui.

«Gli americani, per esempio, vogliono trovare una bandiera a stelle e strisce in stanza - spiega Ejarque Bernet mentre i giapponesi chiedono due paia di ciabattine, una in camera e una diversa per il bagno». I nostri hotel sappiano che il turista russo vuole lavarsi i denti con l'acqua in bottiglia, perché è abituato a farlo a casa sua, dove i rubinetti erogano acqua non propriamente gradevole. Gli indiani portano tutta la famiglia, in genere numerosa, vogliono stanze capienti e menu vegetariani in albergo. Esigentissimi i cinesi, che pretendono noodle a colazione, bollitore in camera, tè nero, tv satellitare con canale cinese e possibilmente una concierge che parli il mandarino. Ogni hotel dovrà equipaggiarsi con cibi e ciotole per animali: essere pet friendly è un'opzione che fa la differenza per un tipo di turismo così breve, ed è difficile che dal Canada o dall'Australia i viaggiatori si portino le crocchette per le bestiole. E chi arriva si aspetta prezzi ragionevoli: un sondaggio di Explora chiarisce che una maggiorazione del 30% sul prezzo normale di una camera è il massimo sopportabile, tenendo conto dell'occasione speciale. Solo così i turisti si fermeranno a Milano, altrimenti dormiranno fuori città. La verifica sul campo, effettuata da Explora, vede «un terzo delle strutture alberghiere milanesi e lombarde perfettamente attrezzate al turismo di Expo, un altro terzo - ammette Bernet - dovrebbe offrire wi-fi gratuito e capire che l'inglese alla concierge non è più sufficiente, e un terzo degli hotel ha ancora molto da lavorare».

C'è tempo per il recupero. Il portale Wonderfulexpo2015.info già da ora offre le proposte di accomodation e i pacchetti turistici "di contorno" alla visita ai padiglioni. «L'obiettivo - spiegano i manager di Explora - è trattenere il turista il più possibile, invogliandolo a esplorare Milano e dintorni, tra cibi, paesaggi e percorsi esperienziali. Un'occasione come Expo non ci sarà più per i prossimi trent'anni, dobbiamo giocarcela bene».

I RUSSI Esigono una bottiglia d'acqua minerale solo per lavarsi i denti, perché temono che quella del rubinetto, come accade in Russia, non sia buona

I CINESI Immancabili in camera tè nero, bollitore, noodle a colazione, canale satellitare in lingua cinese e alla concierge qualcuno parlante mandarino

GLI AMERICANI Non possono fare a meno dell'aria condizionata e gradiscono trovare in camera una bandiera a stelle e strisce in senso di rispetto per gli Usa

I GIAPPONESI Amanti dell'ordine e della pulizia, fanno richiesta di un doppio paio di ciabattine, uno da indossare in camera, l'altro per varcare la porta della toilette

I numeri di Expo

VISITATORI PREVISTI 18/22 milioni
12/14 mln italiani
6/8 mln stranieri di cui il 55% europei
1 milione i visitatori attesi dalla Cina

IL TURISTA EXPO MESE PER MESE
Maggio 14% Giugno 20% Luglio 15% Agosto 16% Settembre 17% Ottobre 18%

PERMANENZA MEDIA LEGATA A EXPO 4/6 giorni
1 giorno per visita a Expo, 1/2 giorni a Milano, 2/3 giorni nel resto d'Italia

I visitatori sono disposti a spendere solo il 30% in più rispetto alle normali tariffe alberghiere

Solo il 30% delle strutture alberghiere è attrezzato sufficientemente per accogliere i visitatori

10 miliardi di euro l'indotto di Expo nel turismo

84mila la stima dei posti che saranno creati nel settore turistico in occasione dell'Esposizione

Fonte: Explora/Camera Commercio Milano - Fonte: La Repubblica ed. Milano (di Laura Fugnoli)