Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Expo 2015 e turismo gay a Expo Turismo Gay 2014

Expo 2015 e turismo gay a Expo Turismo Gay 2014

03 Ottobre 2014

Allo stesso tempo però  è stato fatto notare  un affluenza di 20 milioni di persone, tra cui si suppone ci siano almeno due milioni di turisti LGBT,  necessita di un opportunità di business solo se sussiste un adeguata offerta, altrimenti il rischio di default è grandissimo .

L argomento è stato trattato da Alessio Virgili, ambasciatore IGLTA, che quest anno è stato nominato anche Travel Global Ambassador. Virgili ha raccontato il percorso effettuato a partire dall esordio con il primo tour operator gay friendly in Italia, Quiiky, fino ad arrivare a fondare oggi consorzi aziendali come Global Work for Tourism e società specializzate in marketing LGBT come Marketing Unique Solutions. «È stato un percorso che ci ha visto molto attivi su Milano negli ultimi due anni  ha detto Virgili  Abbiamo presentato progetti vincendo bandi con la Camera di Commercio di Milano e della Regione Lombardia che ci hanno portato a definire questo territorio trasformandolo in club di prodotto inserito nel portale Mitown».

In occasione del convegno Virgili ha presentato anche il video promozionale su Milano che MUS ha prodotto per Quiiky per testimoniare la volontà di accoglienza della città. Ha, infine, ricordato il valore di IGLTA, associazione mondiale di imprese dedicate al turismo gay, membro dell Unwto, presente in 80 Paesi, e della necessità di rapportarsi con il suo modus operandi nel mondo, sottolineando l importanza soprattutto della formazione per le aziende destinate ad accogliere i turisti LGBT che potranno arrivare.

Un discorso avallato totalmente da Josep Ejarque, direttore generale Explora, la Destination Management Organization che si occupa di aiutare le imprese ad accogliere al meglio i diversi cluster di clientela in occasione dell Esposizione Universale. Il manager ha ringraziato pubblicamente Virgili per averlo aiutato nell identificazione «degli standard formativi necessari a un cluster di prodotto che corrisponda il più possibile alla domanda».

Sono intervenuti tra gli altri Alessandro Cecchi Paone, Paolo Colombo (giornalista sportivo di La7), Olga Mazzoni (presidente di Visit Usa Italy). L unica Regione all interno dell area Expo Turismo Gay 2014 era il Lazio, rappresentato dal coordinatore di questo segmento, Carlo Guarino, che ha illustrato come si sta strutturando il nuovo portale Visit Lazio per questo mercato. Anche l Ecpat, associazione che combatte lo sfruttamento sessuale dei minori nel mondo, ha esposto il suo programma 2015 che prevede corsi di formazione anche online per agenti di viaggi e tour operator. - Fonte: L'Agenzia di Viaggi sito web