Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Expedia: lo Scratchpad anche in Italia

Expedia: lo Scratchpad anche in Italia

07 Novembre 2014

«Un'esperienza che si fa anche per pianificare la stessa vacanza. La prenotazione del viaggio avviene spesso da casa su tablet dopo esserci informati per bene navigando dal computer dell'ufficio  ci chiarisce le idee Walter Lo Faro, senior director, market management Southern Europe & European Regional Territories di Expedia -. Il tablet diventa sempre più il nostro pc di casa. Non devono esserci gap in questo percorso di fruizione, informazione ed acquisto di viaggi. Per questo lanceremo presto in Italia lo Scratchpad, un sistema di grande successo già in uso in America cne consente di conservare tutte le pianificazioni di viaggio su ogni dispositivo in nostro possesso». In America e nel Regno Unito è già un'abitudine dalle alte percentuali di gradimento.

L'attenzione dell'Ota si muove dunque sempre più verso l'ottimizzazione della presenza su smartphone, per questo la nuova App su tablet si struttura seguendo un approccio simile a quello che useremo in agenzia: «si apre con un'unica casella di ricerca, semplicissima ma funzionale e mostra una collezione di foto suggestive che siano di ispirazione all'user che ancora non sa dove andare, specialmente sul lungo raggio - prosegue Lo Faro -. Lavo- look&feel di ogni dispositivo, facendo anche grande attenzione alle diverse tipologie di fruizione in ogni Paese, alla localizzazione appunto».

Sforzi che pagano perché nel secondo quadrimestre dell'anno le performance migliori sul Belpaese provengono da Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Francia e Germania; mentre a livello di mercato internazionale a crescere di più sono la Spagna (102%), il Belgio (90%), la Polonia (150%), la Corea del Sud (82%) e Taiwan (95%). Tra le mete più prenotate della scorsa summer, la Spagna, Londra e Parigi. In attività di marketing Expedia ha investito lo scorso anno 2 miliardi di dollari, mentre quest'anno 2 miliardi e 200 mila dollari. Sul fronte trade sono ormai 50 mila le adv collegate al Travel Agent Affiliate Program di cui circa 5 mila in Italia. - Fonte: Travel Quotidiano (di Monica Lisi)