Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Egitto Partner Country. «Sostegno ai vettori»

Egitto Partner Country. «Sostegno ai vettori»

21 Ottobre 2014

"Dal prossimo 1° novembre - spiega Hisham Zaazou, ministro del Turismo del Paese - partiranno gli incentivi alle compagnie aeree. Non ci concentreremo solo sui charter, che sono vitali per la destinazione, ma punteremo anche sulla linea e le low cost". Le facilitazioni per le aerolinee saranno modulate a seconda del grado di riempimento degli aerei, la durata del volo e la destinazione. "Sul Mar Rosso - entra nel dettaglio il ministro - e nel caso un collegamento superi il 50 per cento dell'occupazione, abbiamo previsto un investimento di 30 o 40 euro a sedile".

Gli investimenti sul target cultura

Maggiore, invece, il sostegno del Governo pianificato per innescare la ripresa dei flussi sull'Egitto classico e in particolare su Luxor, dove è intenzione del Ministero attivare per il prossimo dicembre un collegamento diretto dall'Italia.

"Purtroppo l'area di Luxor, Assuan e le crociere sul Nilo stanno soffrendo ancora molto - spiega Zaazou -. Per questo motivo abbiamo previsto un contributo di 40 euro a posto, a patto che l'aereo superi il 40 per cento di occupazione". Un appoggio concreto, che andrà di pari passo al sostegno assicurato ai tour operator per attività di comarketing da realizzare nel corso dell'anno.

Un confronto diretto con i tour operator

"Abbiamo incontrato i maggiori tour operator italiani proprio per discutere il rilancio della destinazione - entra nel dettaglio il ministro - e il riposizionamento delle crociere e dell'Egitto classico. Sempre in quest'ottica abbiamo appena lanciato la nuova campagna sul mercato italiano, che capovolgerà completamente la filosofia di quella precedente, rimasta in piedi per tre anni". Il claim sarà 'La magia dei Faraoni' e servirà a rilanciare soprattutto il prodotto culturale, con una particolare attenzione all'area del Nilo.

Intanto, sembra poggiare sui giusti presupposti l'alta stagione dell'Egitto. "Nel complesso la situazione è migliorata" sottolinea ancora il ministro, passando in rassegna le fasi di un'annata non priva di scossoni. "Mentre i dati del primo semestre sono stati deludenti - ammette -, le cifre relative a luglio, agosto e settembre hanno segnato risultati confortanti". Due settimane di sold out è stato il traguardo raggiunto ad agosto archiviatosi con un incremento del 64 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013.

Promozione, partono le iniziative

Il progetto all esordio a novembre si articola su televisone e affissioni

L'Egitto gioca la sua mossa per far ritornare i turisti non solo sul Mar Rosso, ma anche nelle località che custodiscono i tesori della sua storia millenaria. Debutterà infatti a novembre la nuova campagna pubblicitaria che, assicura il ministro del Turismo Hisham Zaazou, "capovolgerà completamente la filosofia di quella precedente, rimasta in piedi per tre anni". Si articolerà su diversi canali questo nuovo investimento del Paese sul mercato italiano. Il claim della campagna promozionale sarà 'La magia dei Faraoni' e servirà a "rilanciare il prodotto culturale e in particolare l'intera area del Nilo". Lo spot rimarrà in tv per circa una settimana, mentre "per quanto riguarda le affissioni outdoor - spiega il direttore dell'Ente del Turismo Egiziano in Italia, Mohamed Abd El Gabbar - avrà una durata di circa dieci giorni/due settimane".

Tra le iniziative culturali in fase di realizzazione i nuovi tour a tema religioso, che seguono i passi della Sacra Famiglia in Egitto. "La situazione - ribadisce il ministro - ora è sotto controllo e l'Egitto è più dinamico e vibrante che mai". Il Paese, tra l'altro, non intende rinunciare alle potenzialità del web e si affida agli impiegati più giovani del Ministero del Turismo per riuscire a intercettare nuove categorie di viaggiatori. Il dicastero intensificherà le azioni di marketing nei principali mercati emissori attraverso Facebook, avvalendosi anche del supporto di un panel di circa duemila blogger. "Lavoreremo sodo - dice Zaazou - per diventare autosufficienti nelle nostre campagne sul web". - Fonte: TTG Italia (di Amina D Addario)