Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Delrio: a Fiumicino persi 20 anni

Delrio: a Fiumicino persi 20 anni

05 Agosto 2015

“Lo scalo di Fiumicino che dovrebbe essere il fiore all’occhiello del trasporto aeroportuale italiano, l’hub italiano, è indietro di venti anni: adesso bisogna accelerare gli investimenti perché stiamo pagando il tempo perduto”. 

E’ impietosa l’ analisi del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio, che ieri ha incontrato Enac ed AdR per fare il punto della situazione dopo l’incendio che ha paralizzato il Terminal C a maggio scorso ed i recenti disagi seguiti ad un nuovo incendio, stavolta alla vicina pineta di Focene e ad un black out elettrico che ha fatto ritardare i voli. Sempre ieri il presidente dell’ Ente nazionale per l’aviazione civile, Vito Riggio, ha annunciato che sono in vista sanzioni pesanti per la Vueling, la low cost al centro dei disagi degli ultimi giorni nello scalo romano. Anche se non sono da escludere multe anche per altre compagnie aeree. Disagi che il ministro non ha esitato e definire ”seri e gravi”. I passeggeri, spiega infatti, possono capire se ci sono dei problemi, ma ”quello che non possono capire è perché li si abbandoni senza spiegazioni”. Per Delrio, insomma, “bisogna ragionare di un potenziamento dei servizi” mentre serve ”un’interlocuzione più serrata tra i vari soggetti interessati”. In particolare, il Ministro ritiene necessario migliorare la dotazione dei vigili del fuoco e la gestione delle partenze nelle situazioni di congestione. ”C’è stata una paralisi dello sviluppo aeroportuale negli ultimi 20 anni. 

E’ necessaria un’accelerazione degli investimenti sull’aeroporto di Fiumicino per colmare il deficit strutturale di un hub internazionale che movimenta oltre 40 milioni di persone l’ anno”, spiega senza mezzi termini Delrio che in una informativa al Senato aggiunge come ci sia ”un incremento notevolissimo degli investimenti che sono stati programmati per far fronte al ritardo” dell’aeroporto di Fiumicino e come rispetto alle previsioni ci sia un aumento “di oltre 135 milioni” nel quinquennio che porteranno gli investimenti a 1 miliardo e 100 milioni. ”Il governo – assicura il Ministro – si farà carico di un efficace coordinamento dei diversi soggetti per consentire di rispondere ai fabbisogni dell’aeroporto di Fiumicino” e ci sarà allo scopo ”un tavolo di lavoro nei prossimi giorni”. - Fonte: IlGiornaledelturismo.com