Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Croazia: nei primi quattro mesi +7,5% gli arrivi

Croazia: nei primi quattro mesi +7,5% gli arrivi

30 Giugno 2016

In crescita del 6,1% i pernottamenti; Italia quarto mercato

Secondo i dati ufficiali forniti dall’Ufficio Statistico Nazionale, nei primi quattro mesi del 2016 la Croazia ha raggiunto un totale di 1.351.300 arrivi, che costituiscono un aumento del 7,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (1.257.351).

Con un totale di 3.352.222, anche il numero di pernottamenti è cresciuto del 6,1% rispetto al periodo gennaio-aprile 2015 (3.158.476). Nell’ammontare totale degli arrivi, quelli dei turisti stranieri sono stati 967.125 (+6,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) e i pernottamenti 2.478.555 (+7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno). Con un aumento del 8,9% negli arrivi e del 3,9% nei pernottamenti da parte dei locali, si è registrato anche un aumento significativo dei viaggiatori nazionali.  Per quanto riguarda i pernottamenti, i cinque Paesi più forti nel periodo da gennaio ad aprile 2016 sono stati Slovenia (12,5%), Germania (11,5%), Austria (8,3%), Italia (6,2%) e Corea (2,7%).

L’area dell’Adriatico resta una meta di spicco anche nei mesi più freddi dell’anno: durante i primi quattro mesi del 2016, la Croazia adriatica ha registrato 935.445 arrivi (con una crescita del 6,7% se paragonata allo stesso periodo dell’anno prima), il che significa che il 69,2% dei turisti complessivi ha visitato l’area costiera. Con 295.094 arrivi (+12,7%) e una quota del 21,8% sul totale, l’Istria si è affermata come principale destinazione della costa adriatica. La seconda regione più visitata – e quella con il più alto tasso di crescita, 9,4% – è stata la Croazia continentale, che ha attratto 415.855 turisti (il 30,8%).

La capitale del Paese, Zagabria, si è posizionata terza negli arrivi turistici (251.094) – che corrispondono a una crescita dell’8,6% (il 18,6% del totale). “Se da una parte ci sono persone da tutto al mondo che sanno che la Croazia merita sempre di essere vista in estate - afferma Ratomir Ivicic, direttore dell'ente nazionale croato per il Turismo - dall’altra i nostri dati recenti dimostrano che ci sono stati non pochi ospiti che hanno apprezzato la bellezza del nostro Paese anche durante la bassa stagione”. - Fonte: Guidaviaggi.it