Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Corriere Informazione - Turismo: operatori e consumatori insieme per un turismo più responsabile

Corriere Informazione - Turismo: operatori e consumatori insieme per un turismo più responsabile

16 Giugno 2010

Presentare un iniziativa utile al turismo responsabile, valutare e promuovere misure per il sostegno della competitività dell industria del turismo nell ambito della manovra finanziaria, rilanciare la centralità di una governance pubblica unitaria del turismo: è con tale obiettivo che l'Osservatorio Parlamentare per il Turismo ha organizzato la tavola rotonda  patto per il turismo.

Il decalogo del turista garantito, firma del Protocollo di Conciliazione Paritetica tra operatori e consumatori, le politiche per il Paese , che si terrà che si terrà domani 16 giugno 2010, alle ore 11, presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati (Via Poli n. 19). Aprirà i lavori l On. Pierluigi Mantini, Presidente dell Osservatorio Parlamentare per il turismo, interverranno l On. Elisa Marchioni, Roberto Corbella, presidente ASTOI, Andrea Giannetti Presidente Assotravel, Rosario Trefiletti Presidente Federconsumatori, Roberto Barbieri del Movimento Consumatori. Le conclusioni sono affidate all On. Gabriella Carlucci, Vice Presidente dell Osservatorio Parlamentare per il Turismo.


L Italia sconta forti ritardi nella politica dei visti e dell incoming, nella valorizzazione dei nuovi skill professionali del turismo, nella destagionalizzazione, nell incremento del turismo on-line, nell aumento delle offerte aggiuntive (parchi tematici, golf, turismo congressuale, turismo enogastronomico, ecc...) e nella stessa riduzione del gap fiscale che avvantaggia i principali paesi competitors. Questi temi sono noti e non sono i soli. L industria del turismo italiano può affrontare in modo positivo la recessione dovuta alla crisi economica e finanziaria globale solo se vi sono incentivi e programmazione di politiche nazionali e non dispersione di risorse. La firma del Protocollo di Conciliazione Paritetica tra operatori e consumatori del prodotto turismo è un passo avanti nella giusta direzione ma governo e parlamento hanno il dovere di fare di più.