Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
Corriere Adriatico (ed. naz.) - Le vacanze sempre più scaglionate

Corriere Adriatico (ed. naz.) - Le vacanze sempre più scaglionate

12 Agosto 2011

Bene gli affari

Le Marche, insieme alla riviera romagnola, se la cavano meglio delle altre regioni. Qui il turismo tira più che altrove anche se bisognerà attendere settembre per fare un bilancio. Ma intanto è l'Astoi, l'Associazione dei tour operator di Confindustria, a trarre le prime conclusioni. Sotto il profilo delle mete, il presidente Astoi Roberto Corbella segnala il buon andamento di regioni classiche per il nostro turismo come Puglia, Sardegna ("seppur con qualche ombra a fronte delle note vicende legate ai traghetti") e Sicilia; bene anche la riviera romagnola e le Marche. Sul fronte estero buoni finora i risultati di Spagna e Grecia (soprattutto l'area insulare); benino Croazia e Turchia, allo stesso modo del Mar Rosso, Caraibi, Stati Uniti, Oceano Indiano e Thailandia.

A gonfie vele il comparto crociere. Infatti, racconta ancora il presidente dell'Astoi, "negli ultimi 2-3 anni ha archiviato incrementi a due cifre percentuali, per cui sarà anche fisiologico aspettarsi un rallentamento da qui a breve". In questo ambito, conclude, "gli operatori hanno avuto la grande capacità di saper mettere in linea una gran quantità di navi e rispondere in tempi brevissimi alla frammentazione delle richieste dei vacanzieri, come ad esempio piscine con giochi d'acqua, piano bar, sale playstation e Spa. E queste ultime spesso e volentieri sono migliori di tante aperte sulla terra ferma".

Da rilevare la tendenza a scaglionare sempre più le ferie, con preferenza a organizzare una partenza per settembre. Complice la crisi, fa osservare Corbella, "tanti i vacanzieri che hanno tergiversato finora colgono al volo le offerte dell'ultimo minuto. Mai come ora i turisti valutano con estrema attenzione i cambiamenti di prezzi, pronti a modificare in tempi brevissimi i propri programmi". - di Federica Buroni

Visualizza l'articolo: {phocadownload view=file|id=843|target=s}