Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Battisti: tra le priorità del programma del Ministro Centinaio i temi fondamentali per il nostro settore

Battisti: tra le priorità del programma del Ministro Centinaio i temi fondamentali per il nostro settore

12 Giugno 2018
Le priorità elencate nel programma del Ministro Centinaio - dichiara il Presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battisti - toccano temi su cui da anni chiediamo un intervento decisivo e che sono fondamentali per la nostra Federazione che oggi rappresenta l’intera filiera dell’industria turistica con 23 associazioni di categoria, decine di soci impresa e di territorio e con più di 9000 imprese associate tra le più grandi ed importanti tra tutti i settori della filiera turistica.
 
In attesa dell’ufficializzazione non possiamo che esprimere soddisfazione per il conferimento della delega sul turismo ad un Ministro con le giuste competenze e che ben conosce tutta la filiera turistica.

Anche l’idea di accorpare in un unico Ministero agricoltura e turismo è una novità  che può portare nuove sinergie a favore del settore accompagnandone lo sviluppo economico.
 
Affinché il nostro Paese cresca in visibilità e sia più facilmente raggiungibile è ora importante che le misure su turismo, nuova classificazione alberghiera, lotta all’abusivismo e semplificazione amministrativa si traducano in provvedimenti concreti ed immediati.
 
Ma in questa difficile congiuntura, si rivela anche urgente dare prova di volere sostenere concretamente il nostro Paese adottando quelle riforme necessarie per riconquistare la fiducia dei mercati  e  dell’Unione Europea. Da parte nostra siamo pronti a supportare il Governo e il Ministro con proposte adeguate in tema di governance  e di promozione ed auspichiamo che sia abolita la tassa di soggiorno, un’imposta, che non ha migliorato la turisticità delle nostre destinazioni turistiche. Così come attendiamo interventi su IMU, TARI e IVA che sono purtroppo elementi di forte diseconomia competitiva verso i nostri concorrenti europei.
 
L’auspicio è che sotto la guida di un Ministro con queste competenze specifiche, a cui auguriamo buon lavoro, si  possa fare quel salto qualitativo necessario dal punto di vista turistico per dar vita ad un vero progetto Paese. - Fonte: Federturismo Confindustria