Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Australia: la tassa sui backpacker riduce il turismo

Australia: la tassa sui backpacker riduce il turismo

26 Agosto 2016

Il governo federale australiano ha in programma di tassare i viaggiatori che entrano nel Paese con un visto per vacanza – lavoro, decisione che influenzerebbe negativamente turismo e agricoltura nelle aziende del Paese. Secondo un sondaggio di Yha Australia and Monash University, se la tassa fosse già in vigore più della metà dei backpacker avrebbe speso meno tempo in viaggio in Australia e il 69% avrebbe probabilmente speso meno soldi in tour.

L’indagine ha coinvolto 335 turisti-lavoratori  internazionali che alloggiavano in ostelli a Cairns, Port Douglas e Melbourne all’inizio di quest’anno. L’indagine ha anche accertato che il 62% sceglierebbe di andare in Nuova Zelanda, invece che in Australia, se l’imposta entrasse in vigore. La proposta è attualmente in fase di revisione da parte del governo federale e le osservazioni in materia verranno accettate fino al 2 settembre. Il governo ha detto che l’imposta dovrebbe entrare in vigore all’inizio del 2017. - Fonte: TravelQuotidiano.com