Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
ANSA VdA - Turismo: italiani onorano le festività, partenze +20%

ANSA VdA - Turismo: italiani onorano le festività, partenze +20%

14 Gennaio 2010
(di Paolo Teodori) (ANSA) - ROMA, 7 GEN - Buone notizie sul fronte del turismo italiano: l'andamento delle vacanze natalizie, secondo appuntamento clou per le imprese del settore dopo il mese di agosto, ha riservato più di una sorpresa positiva tra gli addetti ai lavori. Così se per Federalberghi sono stati il 20% in più gli italiani che rispetto allo scorso anno sono partiti tra Natale e Capodanno, per l'Astoi, i tour operator della Confindustria, i risultati archiviati hanno superato brillantemente le aspettative. Complice, confermano da Federviaggio-Confturismo, le buone opportunità offerte dal calendario, grazie al quale quest'anno la durata media delle vacanze è aumentata di circa 3 giorni.

Dunque, segnala Federalberghi, tra Natale e Capodanno sono stati poco più di 12 milioni gli italiani che hanno approfittato del periodo di vacanze per intraprendere un viaggio. Ma non basta: quest'anno secondo l'organizzazione di Bernabò Bocca sarebbe raddoppiato il numero dei nostri connazionali, circa 3 milioni, che hanno fatto una vacanza 'lunga' tra Natale e Capodanno. A Natale sono stati circa 6 milioni gli italiani (contro i 5 del 2008) che si sono mossi dalla propria città, il 20% in più su base annua. Di questi l'85% è rimasto in Italia, mentre il 15% (rispetto al 21% del 2008) è andato all'estero. In questo periodo in Italia le località più gettonate sono state quelle montane della Lombardia (13,5%), seguita dal Piemonte (11,2%), dal Trentino Alto Adige (9%) e dalla Valle d'Aosta (6,7%). Alloggio preferito la casa di parenti e amici (33,3%), a seguire l'albergo (33%).

A Capodanno sono stati invece 6,3 milioni gli italiani (rispetto ai 5 del 2008) che hanno deciso di lasciare la propria città per andare in vacanza, oltre il 21% in più rispetto a un anno fa. Ma a questi si sono aggiunti 3 milioni di italiani (contro 1,5 di un anno fa) che hanno prolungato le proprie vacanze dal Natale. Di questi l'87% è restato in Italia, mentre il 13% è andato all'estero. Le Regioni più gettonate sono state nuovamente quelle con località montane, come la Lombardia (11,9%), il Piemonte (9,9%) e il Trentino (9,6%).

Soddisfatta l'Astoi, l'Associazione dei tour operator italiani: il periodo appena concluso "é andato meglio del previsto - rileva il presidente Roberto Corbella - con un'impennata di viaggi nella prima settimana dell'anno, segno che gli italiani non si sono fatti sfuggire le migliori condizioni economiche delle offerte, complice anche il calendario delle festività quest'anno particolarmente favorevole".

In Italia , afferma infine Alberto Corti, direttore di Federviaggio-Confturismo, "sono andate molto bene le mete sciistiche, ma anche le città d'arte e le località con strutture termali. Positiva anche l'Europa, con sorprese dalla Polonia, soprattutto grazie ai giovani, e il lungo raggio, grazie ad esempio all'Oceano indiano, i Caraibi, l'East Africa e il medio oriente, con l'Egitto su tutti". Ma, avverte, "é ancora presto per dire che la crisi del turismo è ormai alle spalle".(ANSA)