Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
AGI - Turismo: ASTOI, stabile Natale, ma aumentano vacanzieri a 5 stelle

AGI - Turismo: ASTOI, stabile Natale, ma aumentano vacanzieri a 5 stelle

14 Gennaio 2010

(AGI) - Roma, 17 dic. - Gli italiani che si recheranno in vacanza a Natale sono piu o meno gli stessi dello scorso anno; tuttavia la forbice fra i viaggiatori tradizionali e quelli di lusso frequentanti strutture a  cinque stelle super tende ad ampliarsi a vantaggio di questi ultimi. In generale, gli

italiani tendono ad ottimizzare e razionalizzare le vacanze in modo da fruire delle condizioni economiche e logistiche migliori possibile. Chi acquista un  pacchetto lo fa con largo anticipo per avere sconti maggiori, sposta la data di partenza evitando i giorni clou quando i costi sono piu alti, sceglie

il last minute. A rivelarlo e l Astoi, (Associazione Tour Operator Italiani) che raccoglie 43 tra i principali operatori del turismo organizzato italiano.

 E momento difficile per i nostri Tour Operator - afferma il presidente, Roberto Corbella - e le vacanze di Natale e Capodanno non aiuteranno a risollevare un settore pesantemente colpito dalla crisi economica. I dati circolati in questi giorni, in base ai quali si parla di un aumento del

numero delle persone che si recheranno in vacanza fra Natale e Capodanno, sono un po troppo ottimistici. Non voglio certo confutarli ma - prosegue - a parer mio, non c e nulla di diverso rispetto allo scorso anno. Il turismo prettamente natalizio, mi riferisco, per quanto mi riguarda, a quello legato all acquisto di pacchetti, e rimasto stabile rispetto allo scorso anno. Nel 2009 poi, si e attuato con maggiore frequenza il sistema della prenotazione all ultimo minuto e quindi azzardare cifre, in questo preciso momento. non e corretto .

Secondo il presidente dell Astoi, quegli italiani che continuano ad andare in vacanza, nonostante la crisi, diversificano il periodo scegliendo soprattutto

la settimana che va dal primo al sei gennaio quando i costi sono minori.  E aggiungerei a questo proposito - continua Corbella - che fanno bene perche quando si evitano i picchi, il rapporto qualita - prezzo e anche migliore. Si

sta molto meglio insomma. E un momento difficile e lo dimostra anche il fatto che, come gia ho annunciato nei giorni scorsi, l Astoi chiudera il 2009 con un -10% sul fatturato globale . (AGI)