Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
ANSAmed - Egitto; ministro su condanna blogger, rispetto sentenze corte

ANSAmed - Egitto; ministro su condanna blogger, rispetto sentenze corte

11 Giugno 2014

Nessuna violazione, ci muoviamo verso sistema diritti e libertà

"Non posso commentare le decisioni di una Corte, ma non vi possono essere condanne senza una legge. E se quest'ultima può sembrare troppo dura, la Corte la spiegherà. Inoltre, ci sono altri gradi di giudizio dopo il primo".

Il ministro del Turismo uscente Hisham Zaazou non si sottrae ad una domanda sulla condanna a 15 anni di reclusione per il blogger Alaa Abdel Fattah, uno degli attivisti più in vista della rivoluzione contro Mubarak. Ministro, lei rispetta le sentenze, ma rispetta anche i giovani della rivoluzione? "Rispetto questi giovani come fanno tutti gli egiziani", risponde Zaazou a margine della convention 'United for Egypt' per sostenere il turismo egiziano.

Quanto alla possibilità di una riconciliazione politica con i Fratelli Musulmani estromessi dal potere - un atto all'origine delle violenze cui l'Egitto ha assistito in quest'ultimo anno, il presidente Sisi "lo ha detto, che nessuna parte sociale deve essere esclusa, tranne quelle che hanno le mani sporche di sangue". E sulle organizzazioni internazionali che denunciano violazioni dei diritti umani nella repressione dell'opposizione interna, "il nostro sistema giudiziario non è politicizzato - ribadisce - e vengano pure a vistiare le nostre carceri. L'Egitto si muove verso un sistema di diritti e libertà".