Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
AGI Sito Web - Tunisia, il contributo del Turismo Italiano alla ripresa

AGI Sito Web - Tunisia, il contributo del Turismo Italiano alla ripresa

19 Maggio 2011
Il processo di stabilizzazione della Tunisia passa anche per il rilancio del turismo. E il sostegno dell'Italia e' piu' che mai cruciale per dare nuova linfa ad un settore duramente colpito dalla rivolta che lo scorso gennaio culmino' con la destituzione del presidente Zine el- Abidine Ben Ali. Sostegno ribadito oggi in occasione di un incontro a Roma tra il sottosegretario agli Esteri, Stefania Craxi, ed il ministro del Turismo e del Commercio estero di Tunisi, Mehdi Houas, al quale ha preso parte anche una nutrita delegazione dell'Associazione dei tour operator italiani (Astoi), guidata dal presidente Roberto Corbella. Una corretta informazione sulle condizioni di sicurezza nel Paese del Maghreb e in tutta l'area e' considerato dalle agenzie di viaggio specializzate un requisito fondamentale per l'effettiva ripresa delle attivita' turistiche. Garanzie in questo senso sono arrivate dal ministro Houas, che ha descritto gli sforzi del governo provvisorio per la messa in sicurezza del territorio, soprattutto di quelle aree a piu' alta concentrazione turistica. La revoca del coprifuoco a Tunisi e nei dintorni, decisa oggi, va certamente nella giusta direzione. Preoccupa, invece, l'appuntamento del 24 luglio per l'elezione dell'assemblea costituente, a forte rischio di rinvio. Per l'Italia la stabilizzazione della Tunisia resta comunque un obiettivo prioritario e s'inserisce in un quadro di iniziative e aiuti per garantire crescita e sviluppo. Houas e' stato ricevuto oggi anche dal ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla. (VELINO)