Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
Rassegna stampa Astoi
AGI - Egitto: ASTOI, Settore Turismo a rischio, danni per milioni

AGI - Egitto: ASTOI, Settore Turismo a rischio, danni per milioni

01 Febbraio 2011

Estero

Milano, 31 gen. - La crisi egiziana potrebbe essere "la goccia che fa traboccare il vaso" e "molti operatori potrebbero non farcela piu'". L'allarme, nei giorni della rivolta nordafricana, arriva da Roberto Corbella, presidente dell'Astoi, l'associazione aderente a Confindustria che riunisce i tour operator italiani.

"E' presto per quantificare i nostri danni in Egitto per il settore - spiega all'Agi - ma sara' certamente rilevante, si parla di milioni di euro". La rivolta nel grande Paese nordafricano, che ogni anno accoglie circa un milione di turisti italiani, arriva al termine di un periodo turbolento per operatori alle prese con terremoti, la nube islandese, le tensioni in altri Paesi 'pesanti' per il turismo come la Tunisia. "Negli ultimi dieci anni - aggiunge - abbiamo stimato danni per oltre 110 milioni di euro causati da queste emergenze". "E' tutto a carico degli operatori - sottolinea ancora Corbella - e per questo da anni ci stiamo battendo per la creazione di un fondo di garanzia. Proprio questa mattina ho scritto di nuovo al Governo perche' il settore non ce la fa piu' ". Per i turisti che hanno visto annullate le partenze per l'Egitto l'associazione prevede diverse soluzioni: cambi di meta, slittamento del periodo di viaggio o voucher utilizzabili in futuro. "Con l'associazione - spiega il presidente - siamo accomunati nel rispetto delle politiche di sicurezza, ma le scelte sono poi fatte autonomamente dai singoli operatori".