Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo
News Turismo
Abu Dhabi fa il punto con t.o. e adv

Abu Dhabi fa il punto con t.o. e adv

19 Febbraio 2016

Al centro della tavola rotonda un’analisi sull’andamento del mercato e sullo spazio da occupare per questa destinazione. Obiettivo 2016 +10% di arrivi

Abu Dhabi Tourism & Culture Authority, in partnership con Etihad Airways, Alitalia e Arabian Adventures, ha invitato ad Abu Dhabi, dal 28 gennaio al primo febbraio, i rappresentati di 13 principali tour operator e network italiani per la seconda edizione dell’Italian Travel Trade Summit ad Abu Dhabi, nella cornice dell’Emirates Palace: una tavola rotonda e un incontro con gli operatori locali oltre ad una due giorni di visite per scoprire le novità della destinazione.

"In generale Abu Dhabi sta vivendo un buon momento a livello internazionale e nel  mercato italiano la destinazione riscuote successo anche se ci sono ampi margini di crescita su cui lavorare - ha dichiarato Dora Paradies, country manager dell’Ente del Turismo e Cultura di Abu Dhabi in Italia -. Con questo evento Abu Dhabi vuole segnare l’inizio del nuovo anno con un focus sulla destinazione e un rafforzamento delle relazioni con i partner in loco”.

Al centro della tavola rotonda un’analisi sull’andamento del mercato del turismo e sullo spazio da occupare nel mercato per questa destinazione emergente, discutendo anche delle problematiche, delle sfide future, delle opportunità di business e di investimento, contribuendo così a raggiungere l’obiettivo di un aumento del 10% degli arrivi nel 2016.

Secondo i dati rilasciati dall’Ente, Abu Dhabi ha chiuso il 2015 segnando +26% rispetto all’anno precedente, con 70.298 italiani nelle 168 strutture dell’emirato, generando 269.549 pernottamenti (+12%)  e con una durata media del soggiorno di 3,83 notti, ben al di sopra della media dei soggiorni (2,99 notti).

“Vogliamo che Abu Dhabi diventi una destinazione importante nella programmazione di questi operatori leader del settore in Italia e portare il loro entusiasmo e conoscenza dell’Emirato a incrementare la presenza di Abu Dhabi nei cataloghi, con proposte di viaggio più articolate per incoraggiare i turisti a soggiornare più a lungo per scoprire una ospitalità di eccellenza, potendo scegliere tra mare e deserto, città e oasi verdi”.

Durante i 3 giorni alla scoperta di Abu Dhabi, alla delegazione è stata presentata una panoramica di progetti sviluppati dal Tdic, sul Louvre Abu Dhabi, Zayed National Museum e Guggenheim Abu Dhabi, progetti cruciali dell’ambizioso distretto culturale di Saadiyat Island insieme anche al progetto del nuovo terminal crocieristico.

La delegazione, oltre a cimentarsi in una lezione di golf al Saadiyat Beach Golf Club, ha anche visitato molte delle principali attrazioni della capitale tra cui la Grande Moschea Sheikh Zayed,  il Ferrari World, l’iconico Yas Viceroy  e il nuovo Yas Mall su Yas Island; il boutique hotel Zaya Nurai Island sulla piccola isola di Nurai al largo di Saadiyat. Il summit è stato realizzato anche con il supporto di Etihad Airways, Alitalia, Arabian Adventures,  Emirates Palace, St Regis Abu Dhabi e un selezionato numero di alberghi dell'Emirato. -
Fonte: GuidaViaggi.it