Astoi Confindustria viaggi
La qualità alla guida del turismo

Lo statuto

Lo statuto




Art. 1 Denominazione natura e sede dell'Associazione

ASTOI Confindustria Viaggi è una libera associazione, a carattere nazionale, di imprese che esercitano attività di organizzazione di viaggi (Tour Operator) e servizi turistici. ASTOI Confindustria Viaggi è un’associazione senza fini di lucro, apartitica ed ha durata illimitata.  

L’Associazione aderisce al sistema associativo e di rappresentanza della Confederazione Generale dell’Industria Italiana (Confindustria) e, pertanto:

  • ne adotta il Codice Etico, ispirando ad esso le proprie modalità organizzative e i propri comportamenti, nonché impegnando i propri soci alla sua osservanza;
  • si impegna a rispettare lo Statuto confederale e, segnatamente, a soddisfare i requisiti dettati dallo Statuto medesimo;
  • ne adotta il logo nella propria denominazione e tutti gli altri segni distintivi;
  • assume il ruolo di componente categoriale del sistema di rappresentanza della Confederazione;
  • è una delle componenti della Federazione Nazionale dell’Industria dei Viaggi e del Turismo (Federturismo).               

ASTOI Confindustria Viaggi ha sede in Roma. Il Consiglio Direttivo può istituire e sopprimere sedi periferiche, uffici e rappresentanze in Italia, nell’Unione Europea e all’estero.

 

Art.2 - Scopi  

ASTOI Confindustria Viaggi si propone: 

- la rappresentanza giuridica e sindacale delle imprese socie e la tutela dei loro interessi economici, professionali e culturali attraverso tutte le forme istituzionali, giuridiche ed associative - a livello locale, nazionale, comunitario ed internazionale - idonee al perseguimento di tali finalità;

- la promozione, la formazione, lo sviluppo delle imprese socie;

- l'attuazione dei più efficaci strumenti di collaborazione tra le imprese socie e con le espressioni associative di tutto il comparto del turismo nonché con le istituzioni, le organizzazioni politiche, culturali, economiche e sindacali, nazionali, comunitarie ed internazionali, interessate allo sviluppo del turismo organizzato come fattore di progresso sociale, economico e culturale sostenibile e rispettoso della salvaguardia del sistema sociale ed ambientale;

- l’assunzione di tutte le iniziative atte a promuovere il turismo italiano, sia outgoing che incoming e in particolare, dato il valore del turismo in entrata per il sistema Paese, di tutte le iniziative coerenti con l’offerta turistica nazionale.

ASTOI Confindustria Viaggi può aderire ad istituzioni che perseguano scopi nei quali essa si riconosce e può entrare a far parte - mediante suoi rappresentanti designati - dei loro organi direttivi.  

ASTOI Confindustria Viaggi non persegue fini di lucro ma può istituire soggetti e imprese economiche o partecipare ad attività di natura economica, purché in linea con gli scopi sociali.  

 

Art. 3 - Funzioni e attività istituzionali

ASTOI Confindustria Viaggi, nel perseguire gli scopi definiti nel precedente articolo, svolge, tra l'altro, le seguenti funzioni e attività:  

- presentare proposte e assumere iniziative nei confronti delle autorità istituzionali locali, nazionali e comunitarie per l'adeguamento degli strumenti legislativi alle specifiche esigenze delle imprese socie e del comparto del turismo;

- rappresentare e tutelare gli interessi dei Soci nei confronti degli organi amministrativi locali e nazionali cui è affidato il compito di promozione, controllo e indirizzo dell'attività turistica;

- assumere tutte le iniziative atte ad incrementare la qualità del servizio, come componente essenziale del prodotto, per tutte le attività esercitate dalle imprese socie;

- promuovere l'adozione di politiche e di processi di ammodernamento nelle aziende del settore. A questi fini verranno promosse iniziative di innovazione tecnologica, organizzativa, economica e fiscale che favoriscano la competitività delle imprese socie;

- collaborare, stipulare intese, realizzare iniziative con amministrazioni, enti, università, istituzioni, rappresentanze, organizzazioni imprenditoriali, organizzazioni economiche, sociali, sindacali e dei consumatori, che intervengono a livello locale, nazionale, comunitario ed internazionale nella definizione di aspetti ed indirizzi attinenti al turismo;

- assicurare l'assistenza ai Soci e la definizione di direttive in occasione delle trattative per il rinnovo dei contratti collettivi di lavoro;

- stipulare contratti collettivi di lavoro;

- raccogliere e diffondere dati, notizie e informazioni tra i Soci;

- promuovere e svolgere ricerche, studi, convegni, progetti e programmi inerenti le finalità istituzionali, in proprio o con la collaborazione di organismi pubblici e privati, italiani, comunitari ed esteri; 

- promuovere e organizzare corsi di aggiornamento professionale e di formazione, rivolti sia ai Soci che ad altre componenti del settore turismo, finalizzati alla diffusione della cultura e tecnica imprenditoriale, manageriale e turistica, anche in collaborazione con enti e organizzazioni pubbliche o private, eventualmente avvalendosi di finanziamenti pubblici o privati;

- fornire ai Soci servizi di consulenza ed informazione in materia professionale, economica, sindacale, legislativa, fiscale;

- svolgere ogni iniziativa e attività idonea al perseguimento degli scopi dell'Associazione.



Art. 4 - Soci effettivi

Sono ammesse a far parte di ASTOI Confindustria Viaggi e ne divengono Soci effettivi, le imprese ed i consorzi di imprese che, esercitando con regolare licenza l'attività di organizzazione di viaggi e impegnandosi al rispetto del presente Statuto e del Regolamento dell'Associazione, richiedono ed ottengono l'ammissione con voto favorevole espresso dai 2/3 (due terzi) dei componenti il Consiglio Direttivo.


Quest'ultimo si esprimerà in base alla sussistenza o meno dei requisiti di adesione previsti dal Regolamento, al profilo economico, commerciale e finanziario dell’impresa candidata, alla sua onorabilità e all'adeguatezza rispetto agli standard di qualità etica e professionale che l’Associazione persegue e promuove e sulla base di ogni altro fattore che ragionevolmente possa porsi in contrasto con gli interessi dell’Associazione.


Art. 5 - Soci aggregati

Sono ammessi, in qualità di Soci aggregati con le stesse modalità di adesione di cui al precedente comma, enti, associazioni, organizzazioni ed imprese che non esercitano l’attività di organizzazione ma le cui finalità, attività ed interessi siano giudicati dal Consiglio Direttivo compatibili ed affini con quelli dell’Associazione.  

Sono altresì ammesse, in qualità di Soci aggregati, le imprese che esercitano attività di organizzazione che non abbiano ancora maturato tutti i requisiti per l’adesione come Soci Effettivi.

 

Art. 6 - Diritti e doveri dei Soci 

Ogni Socio ha diritto di partecipare alle attività associative e di avvalersi dei servizi erogati dall’Associazione, nonchè di eleggere e di essere eletto alle cariche associative, salvo quanto disposto dall’art.16, penultimo e ultimo comma.

L'adesione ad ASTOI Confindustria Viaggi comporta l'obbligo di osservare il presente Statuto, il Regolamento, il Codice di Comportamento, le deliberazioni e le direttive assunte dagli organi statutari dell'Associazione. 

L'adesione, per i Soci Effettivi, comporta altresì l'obbligo di aderire al "Fondo ASTOI a Tutela dei Viaggiatori" con le modalità previste dal relativo Statuto e Regolamento, con l'esclusione dei soli Tour Operator che provino di aver già attivato altre forme di garanzia per il rischio di insolvenza o fallimento, per come previste dalle normative vigenti.

La regolarità contributiva, per come indicata nei Regolamenti e negli Statuti di ASTOI e del Fondo ASTOI a Tutela dei Viaggiatori, è condizione essenziale per il mantenimento della qualità di associato di entrambe le Associazioni.

I Soci possono fregiarsi del marchio e del logo ASTOI Confindustria Viaggi secondo modalità stabilite dal Regolamento.


Art. 7 - Contributo dei Soci

Il finanziamento dell'attività di ASTOI Confindustria Viaggi è assicurato principalmente attraverso le quote corrisposte dai Soci. Il Consiglio Direttivo delibera l'accettazione anche di contributi e devoluzioni di beni da parte di terzi (Enti, Società e privati) che saranno utilizzati per il raggiungimento dei fini statutari.

Qualora il Socio effettivo detenga quote di partecipazione superiori al 50% (cinquantapercento) del capitale sociale in altre società esercenti l’attività di organizzazione di viaggi, la sua quota di adesione annua viene determinata tenendo conto anche del fatturato totale di queste ultime.

Gli scaglioni di fatturato, le modalità di computo della quota e le conseguenti determinazioni del numero di voti in Assemblea sono definiti annualmente dall’Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo.  

Il Regolamento stabilisce le modalità, i termini di pagamento delle quote per i Soci effettivi e per quelli aggregati.

I Soci sono tenuti a corrispondere annualmente all'Associazione le quote di adesione deliberate   dall'Assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo.

La quota di adesione annua dei Soci effettivi è commisurata al fatturato realizzato dall’impresa associata nel corso dell'esercizio immediatamente precedente e, nel caso in cui il Socio effettivo sia un consorzio di imprese, si fa riferimento alla somma dei fatturati delle imprese consorziate nello stesso periodo di riferimento.


Art. 8 - Cessazione della qualità di Socio

La qualità di Socio si perde di diritto per:

- dimissioni da parte del Socio;

- in caso di cessazione dell'attività da parte del Socio o di messa in liquidazione dell'impresa associata;

- in caso di fusioni o modifiche sostanziali all’assetto societario o alla sua ragione sociale, nonchè cessione ad altro soggetto dell’azienda o del ramo d’azienda, e, più precisamente in caso:

  1. di acquisizione di una quota superiore al 50% (cinquantapercento) del capitale sociale di un associato da parte di altra impresa;
  2. di cessione dell’azienda o del ramo d’azienda ad altra impresa;
  3. di fusione per incorporazione in altra società ;

In tali ultime ipotesi il Socio ha l’obbligo di comunicare tale variazione entro 30 giorni dal suo verificarsi al Consiglio Direttivo che provvederà a revocarne la qualità di associato.  

Nel caso in cui l'impresa che abbia acquisito una quota superiore al 50% (cinquantapercento) del capitale sociale di un associato ASTOI, o che sia cessionaria o incorporante rispetto a quest'ultimo, sia già aderente ad ASTOI, la quota di adesione annua verrà rideterminata tenendo conto del fatturato complessivo.

Nel caso in cui l'impresa che abbia acquisito una quota superiore al 50% (cinquantapercento) del capitale sociale di un associato ASTOI, o che sia cessionaria o incorporante rispetto a quest'ultimo, non sia socia di ASTOI e intenda aderire all'Associazione, dovrà presentare la domanda di ammissione, seguendo le modalità stabilite nel Regolamento.

La qualità di associato si perde anche quando, non avendo provveduto ad aderire al "Fondo ASTOI a Tutela dei Viaggiatori", o avendo esercitato il recesso dallo stesso, il Socio non ha dato prova di aver attivato altre forme di garanzia alternative per i rischi di insolvenza o fallimento.

La cessazione della qualità di Socio ha effetto immediato e non comporta alcun diritto sul fondo comune nè dà diritto al rimborso, neppure parziale, delle quote associative versate.

La perdita della qualità di Socio comporta l’automatica decadenza dai diritti derivanti dalla stessa e l’automatica decadenza dagli incarichi rivestiti dei propri rappresentanti.

Se le dimissioni vengono presentate a meno di 45 giorni precedenti la chiusura dell’esercizio sociale, esse comportano comunque la corresponsione della quota di adesione per l’anno successivo.

 

Art. 9 - Espulsione del Socio

Il Socio viene espulso dall'Associazione, su delibera del Consiglio Direttivo, nei seguenti casi:

  1. quando non rispetti gli obblighi derivanti dallo Statuto, dal Regolamento e dalle decisioni degli organi statutari dell'Associazione;
  2. mancato versamento della quota associativa relativa ad un esercizio;
  3. in caso di procedure esecutive, pignoramenti, protesti o iscrizioni pregiudizievoli, apertura di procedure concorsuali, il Consiglio Direttivo valuterà l'avvio della procedura di contestazione al socio al fine di acquisire le dovute informazioni da parte dello stesso, riservandosi di procedere all'eventuale espulsione, all'esito dell'istruttoria.
  4. su proposta del Collegio dei Probiviri:

- quando non rispetti il Codice di Comportamento e gliene venga dato avviso dal Collegio in forma scritta;  

- quando ponga in atto ogni altro comportamento o fatto incompatibile con le finalità dell'Associazione stessa.  

La delibera di espulsione, adottata dal Consiglio Direttivo con voto favorevole espresso dalla maggioranza dei 2/3 (due terzi) dei componenti, viene tempestivamente comunicata alla parte interessata a mezzo lettera raccomandata ed ha effetto immediato.  

Il Socio espulso può richiedere la revoca del provvedimento presentandone istanza al Collegio dei Probiviri.

Il Consiglio Direttivo darà corso alle necessarie azioni per il recupero, anche forzoso, della quota annua dovuta dal Socio espulso. La cessazione della qualità di Socio per procedura di espulsione non comporta alcun diritto sul fondo comune nè da diritto al rimborso, nemmeno parziale, delle quote associative versate.

La delibera di espulsione del Socio comporta l’immediato decadimento dai diritti derivanti dalla qualità di socio e l’automatica decadenza dagli incarichi rivestiti dai propri rappresentanti con la conseguente impossibilità di fruire di tutti i servizi a cui la qualità di Socio da diritto.



Art. 10 - Elencazione degli organi

Sono organi dell'ASTOI Confindustria Viaggi:

  1. l'Assemblea Generale dei Soci;
  2. il Presidente;
  3. il Consiglio Direttivo
  4. il Collegio dei Revisori dei Conti;
  5. il Collegio dei Probiviri.

 

Art. 11 - Assemblea Generale dei Soci

 L'Assemblea Generale dei Soci è l'organo sovrano che esprime la volontà dei Soci dell'Associazione.

L'Assemblea è costituita da tutti i Soci rappresentati nella persona del loro titolare, legale rappresentante, direttore generale o comunque di un procuratore dotato di specifici poteri di rappresentanza dell'Associato in Assemblea, ivi compreso quello di spenderne il nome.

I Soci aggregati partecipano all’Assemblea senza diritto di voto.

L'Assemblea si riunisce in via ordinaria almeno una volta l'anno.  

L’Assemblea si riunisce in via straordinaria ogni qualvolta venga convocata su richiesta del Presidente o del Consiglio Direttivo o quando ne facciano richiesta almeno i 2/3 degli associati.

  

Art. 12 - Convocazione dell'Assemblea

Il Presidente dell'Associazione, su delibera del Consiglio Direttivo, convoca l'Assemblea con lettera raccomandata o con posta elettronica certificata da spedirsi alla sede legale degli associati, almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata per la riunione, salvo trattarsi di Assemblea elettiva nel qual caso il termine è di 40 (quaranta) giorni prima. La lettera deve contenere:  

- le indicazioni del luogo e dell'ora della prima e della seconda convocazione;

- l'ordine del giorno; 

In caso d'urgenza, l'Assemblea può essere convocata mediante mail, fax o telegramma, contenente le predette indicazioni e l’ordine del giorno, almeno 10 (dieci) giorni prima della riunione.

Ogni Socio può richiedere al Consiglio Direttivo l'inclusione nell'ordine del giorno dell'Assemblea di argomenti attinenti la vita associativa. A tal fine deve far pervenire motivata richiesta al Consiglio Direttivo almeno 20 giorni prima dell’Assemblea, ovvero 5 giorni, in caso di convocazione d’urgenza.

 

Art. 13 - Costituzione e deliberazioni dell'Assemblea  

L'Assemblea è validamente costituita: 

- in prima convocazione quando siano presenti, anche per delega, tanti Soci effettivi che dispongono della metà più uno dei voti spettanti a tutti i Soci effettivi in regola con il pagamento della quota associativa;  

- in seconda convocazione quando siano presenti, anche per delega, tanti Soci effettivi che dispongano di almeno un terzo dei voti spettanti a tutti i Soci effettivi in regola con il pagamento della quota associativa.

L’Assemblea è validamente costituita anche senza il rispetto dei termini di convocazione di cui al precedente articolo, purchè sia presente la totalità dei Soci effettivi in regola con il pagamento della quota associativa, l'intero Consiglio Direttivo, l'intero Collegio dei Revisori dei Conti, l'intero Collegio dei Probiviri. 

Un Socio effettivo può farsi rappresentare in Assemblea da altro Socio effettivo a cui abbia conferito delega sottoscritta su carta intestata dal titolare o legale rappresentante. Un Socio effettivo non può essere portatore di più di una delega.  

La delega deve essere depositata, a pena di decadenza, in Segreteria prima dell’apertura dell’Assemblea.

Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice dei voti dei presenti, senza tener conto degli astenuti. I sistemi di votazione sono stabiliti dal Presidente dell'Assemblea. In caso di votazioni relative a persone o singoli soci si procede mediante scrutinio segreto. In caso di parità dei voti si procederà a successivi ballottaggi.  

Per le deliberazioni relative alle modifiche del presente Statuto ed allo scioglimento dell'Associazione, si applicano i successivi artt. 28 e 29.

  

Art. 14 - Presidente e Segretario dell'Assemblea e verbale

L'Assemblea è presieduta dal Presidente e, in caso di sua assenza, dal Vice Presidente Vicario.

In caso di Assemblea che si riunisca per la nomina delle cariche sociali, all'inizio della seduta vengono eletti fra i presenti, tre scrutatori.

La funzione di Segretario dell'Assemblea è assolta dal Direttore Generale o, in sua assenza, da persona eletta fra i presenti.

Delle deliberazioni dell'Assemblea viene redatto verbale, a cura del Segretario dell'Assemblea stessa, sottoscritto dal Presidente, dal Segretario e, nel caso previsto al secondo comma dal presente articolo, dagli Scrutatori.

  

Art. 15 - Attribuzioni dell'Assemblea 

Spetta all'Assemblea: 

- determinare le linee programmatiche per l'attività dell'Associazione;

- deliberare sulla relazione del Presidente in merito all'andamento ed al programma di attività dell'Associazione;

- approvare il Bilancio Consuntivo, costituito da Stato Patrimoniale e Conto Economico;

- determinare l'ammontare delle quote annue e, per i Soci effettivi, il conseguente numero di voti spettanti a ciascuno;

- eleggere ogni due anni il Presidente, il Vice Presidente non Vicario, nonchè fissare contestualmente il numero dei componenti il Consiglio Direttivo e procedere alla loro elezione;

- eleggere con cadenza biennale, il Collegio dei Revisori dei Conti ed il Collegio dei Probiviri;

- approvare il Codice di Comportamento e le sue modifiche;

- procedere a modifiche dello Statuto;

- procedere allo scioglimento dell'Associazione e alla nomina dei liquidatori;

- deliberare in ordine alle adesioni ad istituzioni che perseguano scopi nei quali ASTOI Confindustria Viaggi si riconosca e possa entrare a far parte;

- deliberare su ogni materia od oggetto non riservati o di competenza degli altri organi.

  

Art. 16 - Diritto di voto 

Ogni Socio effettivo ha diritto ad un numero di voti in ragione della quota versata nell'anno precedente. Il numero di voti spettante ad ogni Socio viene determinato in osservanza al disposto dell'art. 7.  

Tutti i Soci effettivi hanno diritto almeno ad un voto. 

L'esercizio del diritto di voto è consentito solo al Socio effettivo in regola con la quota dovuta per l'anno in corso, in osservanza alle modalità ed ai termini definiti dal Regolamento.  

I Soci aggregati partecipano di diritto all’Assemblea senza diritto di voto.  

 

Art. 17 - Consiglio Direttivo 

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente dell'Associazione, che presiede le sedute, dai due Vice Presidenti e da un numero pari di Consiglieri, tra 10 (dieci) e 16 (sedici).  

I Consiglieri sono eletti dall’Assemblea dei Soci a scrutinio segreto fra i Soci effettivi a maggioranza semplice dei voti espressi nella persona del titolare o del legale rappresentante o dell’amministratore o del direttore generale o comunque di un procuratore dotato di specifici poteri di rappresentanza dell'Associato in Assemblea, ivi compreso quello di spenderne il nome.  

Il Consiglio Direttivo resta in carica per la durata di due anni.  

In caso di decadenza di uno o più componenti o di impossibilità permanente ad adempiere alle relative funzioni, o laddove ne ravvisi l’opportunità , il Consiglio può altresì procedere a cooptazione di altri membri, i quali rimarranno in carica fino alla naturale scadenza del Consiglio stesso.  

Non può essere membro del Consiglio più di un rappresentante per ciascun socio effettivo.

Laddove, a seguito di acquisizioni societarie o di imprese, si costituisse un Gruppo d’Impresa e vi fosse più di un membro in rappresentanza delle società del Gruppo, rimane in carica il membro della Società controllante e gli altri decadono automaticamente, salva una diversa indicazione da parte della Società controllante che deve essere comunicata entro 30 giorni dalla costituzione del Gruppo di Impresa stesso o salvo diversa indicazione del Consiglio Direttivo.  

L’eventuale cessazione della qualità di Socio in capo alla società rappresentata da un membro comporta la decadenza di tale membro. Il membro decade altresì automaticamente dall’incarico in caso di cessazione del rapporto con il Socio effettivo che lo ha espresso.

La carica di consigliere è volontaria ed è prestata a titolo gratuito.

 

Art. 18 - Riunioni e deliberazioni del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta lo ritenga opportuno il Presidente o ne faccia richiesta uno dei Vice Presidenti o almeno 2/3 dei componenti.  

Il Consiglio è convocato dal Presidente con lettera raccomandata, fax o mail spedita almeno 7 (sette) giorni lavorativi prima della riunione e contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora fissati per la riunione nonché dell'ordine del giorno.  

Le riunioni del Consiglio sono valide con la presenza della metà più uno dei componenti e le deliberazioni sono assunte a maggioranza semplice dei voti dei presenti. 

Ogni componente del Consiglio ha diritto ad un voto. In caso di parità prevale il voto del Presidente. Non sono ammesse deleghe, ma sono ammessi a partecipare, senza diritto di voto e in qualità di uditori, soggetti diversi dai componenti in carica, ma sempre in rappresentanza del socio che  ha espresso  questi  ultimi.

Le riunioni del Consiglio sono presiedute dal Presidente ed in caso di sua assenza, dal Vice Presidente Vicario. Il Direttore Generale svolge le funzioni di Segretario della riunione.

 

Art. 19 - Attribuzioni del Consiglio Direttivo

Il Consiglio è l'organo di governo dell'Associazione e ha, in particolare, il compito di:  

- assumere tutte le iniziative, dar corso a tutte le azioni, definire ed attuare tutti i piani operativi necessari per realizzare la volontà, gli indirizzi ed i deliberati espressi dall'Assemblea;

- dirigere, indirizzare, controllare l'attività dell'Associazione;

- deliberare la convocazione dell'Assemblea con relativo ordine del giorno;

- proporre all'Assemblea la misura delle quote annuali e, per i Soci effettivi, il conseguente numero di voti spettanti a ciascuno, in conformità al disposto dell'art. 7;

- esprimere parere in merito all’ammissione di nuovi Soci;

- esprimere parere in merito alla cessazione della qualità di socio di cui al precedente art. 8; 

- esprimere parere in merito all’espulsione dei Soci;

- redigere annualmente il bilancio consuntivo, costituito da Stato Patrimoniale e Conto Economico ed il Conto Economico preventivo e le relative relazioni da sottoporre all'Assemblea;

- approvare il bilancio preventivo;

- eleggere a scrutinio segreto i tre componenti della Commissione di Designazione con voto favorevole della maggioranza semplice dei componenti il Consiglio:

 - deliberare sulle materie di carattere patrimoniale e finanziario che eccedono l'ordinaria amministrazione;

- nominare e revocare il Direttore Generale dell'Associazione, determinandone il compenso;

- nominare i rappresentanti di ASTOI Confindustria Viaggi presso enti, amministrazioni, istituzioni, commissioni ed organizzazioni a livello locale, nazionale, comunitario ed internazionale, deliberando sulle posizioni che tali rappresentanti debbano assumere nell'interesse dell’Associazione;

- istituire e sopprimere sedi periferiche, uffici e rappresentanze in Italia, nell’Unione Europea e all’estero;

- nominare Gruppi di lavoro per l'esame e l'approfondimento di tematiche di specifico interesse per i Soci ed il comparto del turismo organizzato;

- approvare, a maggioranza semplice dei suoi membri, il Regolamento di attuazione dello Statuto e le sue modifiche. Il Regolamento prevede i requisiti, le modalità, le procedure per l’adesione all’Associazione, i criteri per la determinazione delle quote di adesione e dei conseguenti diritti di voto spettanti, i termini di versamento e le modalità di funzionamento dei Gruppi di Lavoro;

- deliberare in merito ad eventuali contestazioni di Soci.

  

Art. 20 - Presidente e Vice Presidenti 

Il Presidente: 

- è eletto ogni due anni, anche fra i non Soci, dall’Assemblea elettiva, a scrutinio segreto, a maggioranza semplice dei voti espressi; in caso di parità dei voti ottenuti da due o più candidati, si procede al successivo ballottaggio fra questi.  

Il Vice Presidente Vicario è nominato dal Presidente;  

Il secondo Vice Presidente è eletto ogni due anni dall’Assemblea elettiva, contestualmente all'elezione del Presidente, a scrutinio segreto. Assume la carica di Vice Presidente il primo soggetto che, tra i candidati per il Consiglio Direttivo, abbia ricevuto più voti; in caso di parità dei voti ottenuti da due o più candidati, si procede al successivo ballottaggio fra questi.

Il Presidente e i Vice Presidenti durano in carica due anni e scadono in occasione dell'Assemblea Generale convocata per il rinnovo delle cariche.

In caso di assenza o impedimento temporaneo, il Presidente è sostituito, per il periodo della sua assenza, dal Vice Presidente Vicario. In caso di dimissioni o di duraturo impedimento, il Vice Presidente Vicario assume le funzioni del Presidente sino alla naturale scadenza.

In caso di assenza o impedimento temporaneo, il Vice Presidente Vicario è sostituito, per il periodo della sua assenza, dal secondo Vice Presidente in carica. In caso di dimissioni o di duraturo impedimento del secondo Vice Presidente, assume le sue funzioni chi ha ottenuto più voti tra i componenti del Consiglio Direttivo in carica nel corso dell'Assemblea elettiva.

Il Presidente può essere eletto per due mandati consecutivi e, per eventuali ulteriori mandati, con la maggioranza qualificata dei 2/3 (due terzi) dei voti di tutti i Soci effettivi.

Il Presidente:

- ha, a tutti gli effetti, la rappresentanza legale dell'Associazione, sia per l'ordinaria che per la straordinaria amministrazione, di fronte agli associati, ai terzi ed anche in giudizio;

- ha la facoltà di promuovere giudizi e di nominare avvocati e procuratori anche per i giudizi promossi dal Consiglio Direttivo , sottoscrivendo i relativi mandati;

- presiede ed è componente del Consiglio Direttivo; 

- esercita, in caso d'urgenza, i poteri del Consiglio Direttivo, riferendo allo stesso nella riunione immediatamente successiva;

- ha l'amministrazione ordinaria dell'Associazione;

- può conferire delega per il compimento di singoli atti nell'ambito dell'attività di competenza del Consiglio Direttivo e dell'ordinaria amministrazione.


Art. 21 - Collegio dei Revisori dei Conti

Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto di tre Membri effettivi e due supplenti, eletti, anche fra i non Soci, ogni due anni dall'Assemblea fra i non appartenenti al Consiglio Direttivo od al Collegio dei Probiviri.  

I Revisori nominano al loro interno, nel corso della prima seduta, il Presidente del Collegio.  

Il Collegio dei Revisori dei Conti vigila sull'andamento della gestione economica e finanziaria di ASTOI Confindustria Viaggi e ne riferisce all'Assemblea con la relazione sul bilancio consuntivo.

I Revisori possono partecipare alle Assemblee senza avere - come tali - diritto di voto.

 

Art. 22 - Collegio dei Probiviri

Il Collegio dei Probiviri è composto di tre Membri eletti fra i Soci, con particolare riguardo alla loro esperienza ed al loro prestigio personale e professionale, ogni due anni dall’Assemblea, fra i non appartenenti al Consiglio Direttivo 

I Probiviri nominano al loro interno un Presidente del Collegio. 

Al Collegio dei Probiviri sono deferite le controversie circa l'interpretazione e l'applicazione del presente Statuto, del Regolamento e del Codice di Comportamento di ASTOI Confindustria Viaggi.  

Il Collegio istruisce il procedimento e propone al Consiglio Direttivo l'espulsione di un Socio o la revoca dell'espulsione stessa, sulla base della eventuale richiesta presentata dal socio.  

Su specifica segnalazione di chi ne abbia interesse o per propria iniziativa, il Collegio può chiedere al Presidente la convocazione, entro 60 giorni, dell'Assemblea straordinaria per proporre la decadenza di un eletto a qualsiasi carica o di un designato a qualsiasi incarico. L'Assemblea decide a maggioranza semplice dei voti spettanti a tutti i Soci effettivi.  

I Probiviri partecipano alle Assemblee senza avere - come tali - diritto di voto.  

Il Membro del Collegio dei Probiviri dimissionario o che cessi comunque dall'incarico viene sostituito su nomina del Presidente e dura in carica fino alla scadenza naturale.

  

Art. 23 - Direttore Generale 

Il Direttore Generale:

- assume le iniziative, intrattiene i rapporti e sviluppa i programmi necessari per dare attuazione alle direttive del Presidente, del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei Soci;

- coadiuva il Presidente, il Consiglio Direttivo e gli altri organi dell’Associazione proponendo soluzioni e provvedimenti per lo svolgimento delle attività associative;

- è responsabile del funzionamento della struttura dell'Associazione e sovrintende a tutte le aree e funzioni della stessa;

- sovrintende alla gestione amministrativa e finanziaria dell'Associazione e prepara il bilancio preventivo e consuntivo, da sottoporre al Consiglio Direttivo;

- intrattiene, con le realtà del mondo turistico, con i Soci e con le Istituzioni, i rapporti funzionali allo svolgimento della propria attività;

- riferisce periodicamente al Presidente ed al Consiglio Direttivo in merito allo svolgimento della propria attività, alla situazione dell'Associazione, ai contatti ed alle informazioni e notizie acquisite;

- può esercitare, a seguito di mandato del Presidente, funzioni di rappresentanza in materie delegabili;

- partecipa, senza diritto di voto, alle riunioni dell’Assemblea e di tutti gli organi ed organismi dell’associazione.

- non può essere espressione o rappresentante di un Socio.



Art. 24 - Commissione di Designazione e procedure elettive 

Il Consiglio Direttivo elegge, a scrutinio segreto, almeno due mesi prima dalla data fissata per l'Assemblea elettiva, una Commissione di Designazione composta di tre membri, in possesso di elevati requisiti di autorevolezza, competenza ed esperienza di vita associativa.

La Commissione di Designazione, della quale non possono far parte persone che intendano candidarsi, ha il compito di redigere, dopo le necessarie consultazioni, e di sottoporre all'Assemblea, una o più indicazioni per l'elezione del Presidente e una o più liste per l'elezione dei componenti del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti, e del Collegio dei Probiviri.

Tutte le candidature vanno presentate entro 30 giorni antecedenti la data fissata per l’Assemblea alla Commissione di Designazione, che provvederà a darne pubblicità tempestiva ai Soci.

In caso di parità dei voti ottenuti da due o più candidati, si procede al successivo ballottaggio fra questi.

  

Art. 25 - Past President 

Con l’intento di preservare all’Associazione le competenze e l’apporto di conoscenze e di relazioni dei passati Presidenti, i Past President partecipano, senza diritto di voto, alle Assemblee e, su invito, alle riunioni del Consiglio Direttivo 




Art. 26 - Fondo comune 

Il fondo comune dell'Associazione è costituito:  

- dalle quote versate dai Soci;

- dagli eventuali avanzi delle gestioni annuali;

- dagli investimenti mobiliari e immobiliari.

La gestione economica e finanziaria del fondo comune è di competenza del Consiglio Direttivo che delibera altresì in merito alle operazioni di straordinaria amministrazione.  

E’ vietata qualsiasi forma di distribuzione ai Soci, anche in modo indiretto, di eventuali utili o avanzi di gestione, nonché di fondi, riserve, patrimonio o capitale.

  

Art. 27 - Bilancio consuntivo e bilancio preventivo

L'esercizio finanziario di ASTOI Confindustria Viaggi va dal 1° (primo) gennaio al 31 (trentuno) dicembre di ogni anno.

Il Bilancio Consuntivo, costituito da Stato Patrimoniale e Conto Economico, viene predisposto a cura del Consiglio Direttivo e sottoposto all'approvazione dell'Assemblea.

I Tour Operator Astoi ti accompagnano in tutte le fasi del viaggio